Cosa fare in Lombardia con bambini: 30 idee avventura primavera /estate

Quante volte davanti ad una bella domenica di sole si desidererebbe fare qualcosa di speciale e non viene in mente nulla.

Quante volte si vorrebbe proporre ai bambini esperienze divertenti o fuori dagli schemi e ci si ritrova a navigare sul web senza trovare esattamente ciò che si sta cercando.

A noi è capitato spesso. Ci è anche capitato di leggere recensioni di gente che ha scritto senza aver verificato di persona o senza essere arrivati fino in fondo al sentiero e di scoprire che alcune mete non erano per nulla adatte a noi.

Ogni famiglia decide cosa fare durante i week end e nelle vacanze sulla base delle proprie inclinazioni e interessi. Se siete dei genitori con bambini amanti dell’avventura, dell’aria aperta e siete persone attive, questo post fa per voi!

Ecco 30 idee avventura da vivere in famiglia in Lombardia. Alcune molto semplici e adatte a tutti, altre più di nicchia, le abbiamo raccolte per voi sperando di esservi d’aiuto e di salvarvi da qualche domenica di noia. Le abbiamo provate tutte di persona quindi sono garantite e a prova di bambino. Pronti a vivere la nostra bella Lombardia in famiglia?!!

Cosa fare  in Lombardia con bambini.

1. Dormire una notte in un rifugio di montagna

Cosa fare in Lombardia con bambini

Dormire in un rifugio di montagna è un’esperienza entusiasmante per un bambino. Non è necessario affrontare grandi dislivelli per regalarsi questa opportunità e la nostra regione offre tanti sentieri facili a misura di famiglie. E allora perché non riempire il vostro zaino formato famiglia (se non ne avete uno e volete comprarlo io vi consiglio questo di Decathlon ) e partire?! Immaginate una notte d’estate in quota, con i grilli che cantano e magari la luna piena che rischiara il cielo: non vi ho fatto venire voglia? E se non sapete dove andare perché non siete esperti, vi consiglio con consultare il sito Rifugi di Lombardia per scegliere la vostra meta. E’ costruito molto bene e potrete fare la vostra ricerca immettendo i parametri che più si avvicinano alle necessità della vostra famiglia.

2. Una passeggiata alla scoperta delle sorgenti pietrificanti nel Parco del Curone (LC)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Il Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone è la nostra natura a chilometro zero dietro casa. Polmone verde di strepitosa bellezza, si raggiunge se non c’è troppo traffico, in circa 40 minuti d’auto da Milano. Famose le sue colline, le siepi di rosmarino e i suoi sentieri facili e ricchi di ruscelli. Un posto incantevole per una giornata nella natura con la famiglia. Vi suggeriamo di raggiungere Ca’Soldato dove si trova il Centro Parco e dove troverete anche il Centro visite. (Per sapere come arrivare cliccate QUI ) lasciando l’auto nel grande parcheggio e salendo il sentiero (breve e facile ma in lieve pendenza). Su un pannello troverete le indicazioni per i vari sentieri. Prendete quello che indica le sorgenti pietrificanti e vi troverete in un ambiente magico. Si tratta del fenomeno della travertinizzazione: la marmorizzazione di tutto ciò che viene a contatto con l’acqua di questi ruscelli particolarmente ricca di carbonato di calcio. Rocce, pezzetti di legno, foglie e sassolini vengono rivestiti di questo spessore duro andando a creare un luogo davvero particolare ed incantato. Siate rispettosi: non entrate nell’alveo del torrente per non rovinare questi monumenti naturali e godete della passeggiata che vi porterà di nuovo al parcheggio. Lungo la via, se non sono state distrutte dal maltempo, potrete trovare nel bosco anche delle capanne simili a quelle degli indiani costruite con i rami. Per maggiori informazioni su come trovare le sorgenti pietrificanti cliccate QUI

3. Percorrere la ciclabile della Val Brembana (BG)

Cosa fare in Lombardia con bambini

La ciclabile della Val Brembana è entusiasmante perché alcuni tratti passano nelle gallerie di una vecchia linea ferroviaria. Avvincente, divertente, vi catapulterà in una atmosfera anni venti passando per la bella località di San Pellegrino Terme. Volendo potrete visitare, lungo il percorso, anche la casa di Arlecchino e fermarvi a rifocillarvi presso l’agriturismo Ferdy. Per tutte le informazioni riguardanti il percorso vi rimando a questo LINK  dove spiego tutto ciò che bisogna sapere per percorrere la ciclabile con bambini. Leggete attentamente tutte le raccomandazioni per non trovarvi con qualche sorpresa!

4. Una giornata al Parco Avventura

Cosa fare in Lombardia con bambini

I parchi avventura in Lombardia sono tanti e tutti assolutamente divertenti. Noi personalmente ne abbiamo provati due. Dal momento che su questo sito trovate solo esperienze vissute in prima persona, vi segnaliamo questi perché possiamo garantire per loro. Si tratta del Parco avventura Roncola e del Parco Avventura Resinelli.

5. Salire in vetta al Resegone (LC)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Un’escursione non adatta a tutti i bambini, ma solo a quelli già abituati alla montagna e con resistenza al cammino. Nonostante non sia per tutti, ci sentiamo di dire che non è un trekking impossibile. “Prendete le misure” leggendo tutte le informazioni in questo POST e, se vi ritrovate nelle caratteristiche indicate, non esitate a calzare gli scarponcini per vivere questa avventura con i vostri figli.

6. Una gita alla città fantasma di Consonno (LC)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Per la generazione dei nostri genitori fu la città dei balocchi, una sorta di Las Vegas dove ritrovarsi con gli amici, divertirsi e ballare fino a tarda notte immersi nei boschi. Costruita in stile arabesco che tanto ricorda la favola di Aladino, la torre con il tetto a cipolla  svetta ed è visibile già dall’inizio del sentiero che porta a questo paese, frazione di Olginate (LC). “Tutti sono felici a Consonno” recita il cartello ormai sbiadito e deteriorato dalla ruggine. Oggi Consonno è un paese fantasma. Abbandonati e disabitati, gli edifici ormai divorati dalla natura che sta prendendo il sopravvento su questo luogo, sono recintati da semplici reti di plastica che facilmente si possono scavalcare. Questo posto è sempre meta di turisti curiosi, di nostalgici o degli amanti della fotografia. Ovviamente vi suggeriamo di non scavalcare le reti con i bambini perché si tratta di proprietà private e molti punti sono diroccati e pericolanti. Con loro godetevi la piazza (noi ci siamo divertiti ad andarci con i pattini) ed osservate i segni del suo passato glorioso. Spingetevi sino alla chiesina in fondo al paese dalla quale potrete godere di un ottimo panorama, oppure incamminatevi lungo i sentieri per una piacevole passeggiata fuori dal tempo e dallo spazio.

Come arrivare: L’accesso a Consonno è vietato alle auto per la maggior parte dei giorni dell’anno. Solo in alcune occasioni le stanghe che bloccano l’accesso vengono aperte. La strada che sale da Olginate è stata recentemente riasfaltata, ma se la stanga è abbassata si deve parcheggiare circa 3km prima di Consonno. Arrivando da Milano, la strada statale sale fino ad una rotonda, per poi ridiscendere. Al culmine della salita si trova una rotonda, qui svoltate a sinistra in via Belvedere, percorretela tutta fino ad imboccare via Consonno, dove troverete la stanga.  In alternativa potete percorrere la strada che da Villa Vergano raggiunge Consonno dall’alto. Arrivando a Villa Vergano da Galbiate superate il paese e sulla sinistra, prima che inizi il bosco, vedrete il cartello con l’indicazione per Consonno. AAnche in questo caso troverete una stanga. Se è abbassata parcheggate nei pressi e percorrete a piedi il chilometro che vi separa da Consonno.

7. Visitare a Schilpario (BG) una miniera a bordo di vecchi carrelli

Cosa fare in Lombardia con bambini

Anche in questo caso la Lombardia offre tante possibilità. Noi abbiamo scelto la zona della bellissima Presolana (BG) per entrare in una miniera. Si tratta della miniera di Schilpario. Caschetti in testa, ci siamo seduti su un vecchio trenino che ci ha portato nelle viscere della terra. Un’esperienza unica resa ancora più indimenticabile dai racconti delle guide esperte che raccontano ai bambini con un filo di struggimento la vita di una volta quando sin da piccoli si iniziava a lavorare duramente. Un misto di storia e cultura che vi entrerà nel cuore. Tutte le info in questo POST

8. Percorrere il sentiero attrezzato delle vasche a Valmadrera (LC)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Questo sentiero è sconsigliato alle famiglie con bambini piccoli o che non siano abituati ad andare in montagna. Per chi invece è avvezzo alle escursioni in montagna è una bellissima occasione di affrontare un percorso attrezzato facile e divertente. Il sentiero permette di attraversare il torrente Inferno entrando nella sua forra e affrontando passaggi su rocce, facili tratti con staffe e catene. Il tutto condito dal rumore della forza dell’acqua che scende tra cascatelle e ruscelli. Per affrontare il sentiero sono necessari gli scarponcini da montagna (il terreno è spesso umido e scivoloso), eventualmente una corda (o imbraghino) ed un moschettone per affrontare i punti più difficili dove le gambine corte non possono arrivare.

Come arrivare: Valmadrera si trova sulla SS36, poco prima di Lecco. Vi suggeriamo di parcheggiare l’auto nel parcheggio del cimitero, in via Salvo D’Acquisto. Proprio dietro il parcheggio parte il sentiero che, passando dal santuario S.Martino, vi porterà al sentiero attrezzato.

9. Percorrere la Strada delle Forre  a Tremosine (BS)

Cosa fare in Lombardia con bambini

E’ stata definita una delle strade più belle del mondo non a torto. Si trova sul Lago di Garda e percorrendola in auto vi darà grandi emozioni. Emozioni perché si trova a picco sul lago, emozioni perché entrerete in auto nel canyon, emozioni perché poi dovrete trovare il coraggio di affacciarvi alla terrazza del brivido così chiamata perché costruita a sbalzo sul nulla.  Ne sarete capaci? Per sapere come arrivare e cosa fare con i bambini, cliccate QUI

10. Visita al Villaggio operaio di Crespi d’ Adda

Cosa fare in Lombardia con bambini

Esiste ancora, in Lombardia, un villaggio operaio di fine 800 abitato e perfettamente intatto. Visitare questo paese significa scoprire il nostro passato, significa mettersi in ascolto delle voci degli operai e della loro storia. Una giornata dal sapore un po’ retrò che, grazie alle visite guidate, piacerà ai vostri bambini. Tutte le info in QUESTO POST

11. A scuola di speleologia nella Grotta Europa in Valle Imagna (BG)

Cosa fare in Lombardia con bambini

La Lombardia è ricca di grotte da esplorare. La Grigna, per esempio è un vero “groviera” in parte ancora inesplorato che chissà quali segreti nasconde. Esistono anche molte grotte perfettamente conosciute e aperte al pubblico che, se non avete problemi di claustrofobia, potrebbero essere una bellissima occasione da vivere con i bambini. Noi siamo entrati nella Grotta Europa in Valle Imagna con delle guide spleleo che ci hanno accompagnato lungo il cunicolo prima, e spiegato la storia del mondo sotterraneo una volta entrati. Le guide organizzano visite guidate per i bambini e per le scuole. Maggiori informazioni le trovate in QUESTO POST

12. Una giornata su un passo di montagna e poi  tutti alle terme!

Cosa fare in Lombardia con bambini

In genere ci piace raggiungere i passi di montagna in estate, quando in città fa caldo e vogliamo scappare per respirare un po’. Non è raro, in questi luoghi, trovarsi nella situazione opposta: al freddo e con la giacca a vento, magari chiusi in un rifugio a mangiare una bella polenta fumante. I passi di montagna in Lombardia sono tantissimi. Uno per tutti? Lo Stelvio che, con le sue strette curve a gomito è una delle strade che almeno una volta nella vita va percorsa. E poi, vicino, ci sono i bellissimi laghi di Cancano ma soprattutto Bormio Terme che sono aperte a tutta la famiglia (a differenza dei Bagni Vecchi e Bagni nuovi dove invece i bambini non possono entrare. Se desiderate qualche informazione in più sulle terme a misura di bambini, vi consiglio questo post scritto da Elisabetta de Il campeggio dei bambini che le ha provate di persona con la sua bambina.

13. Il Giro del Monte Muggio in Valsassina (LC)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Un’escursione apparentemente facile perché è principalmente in piano. In realtà, per il tipo di sentiero che presenta, è necessario prestare tanta attenzione durante il cammino. Se avete bambini piccoli o bambini molto vivaci lo sconsigliamo. In alcuni tratti è piuttosto esposto ed il sentiero è stretto quindi fareste fatica a tenerli per mano. Se invece sono grandicelli godetevi questa escursione con un panorama mozzafiato sul lago di Como e Lugano. Si tratta di un giro ad anello distinto in tre tratti ben precisi: il primo a picco sul lago, il secondo nel fitto bosco, il terzo sbocca in un grande pratone dove rilassarsi. (se avete bambini piccoli potete percorrere solo il primo pezzetto e godere della vista e poi tornare indietro e fermarvi nella piana). E se poi volete anche mangiare, c’è sempre il Rifugio Capanna Vittoria che non vi deluderà!

Come arrivare:
Il punto di partenza e arrivo del sentiero è il parcheggio dell’Alpe Giumello. Da Milano raggiungete la Valsassina. Potete seguire le indicazioni per la Valsassina da Lecco o uscire dalla SS36 a Bellano e prendere per la valsassina. Il tempo di percorrenza è simile. Raggiungete Casargo, in fondo alla valle, svoltate a sinistra per Indovero – Narro e seguite la strada. Usciti dall’abitato di Narro una stretta svolta a destra vi condurrà dopo parecchi tornanti, all’alpe Giumello.

14. L’orrido di Bellano (LC)

Ph. Credits Raffaella Biella

Nel comune di Bellano c’è una gola naturale creata dal fiume Pioverna che può essere visitata percorrendo delle passerelle sospese che vi faranno osservare, da diverse angolazioni, marmitte dei giganti, caverne e suggestivi pertugi. Un vero divertimento per i bambini reso ancora più suggestivo dal fragoroso rumore del torrente che scorre sotto nella forra. Se avete bambini piccoli, teneteli per mano perché in alcuni punti toglie un po’ il fiato. Il percorso è breve, non più di venti minuti ma alcuni passaggi sono davvero adrenalinici. Per info su costi e altri dettagli cliccate QUI.

Come arrivare: Venendo da Lecco Percorrete La SS36 verso Colico e uscite a Bellano. Parcheggiate in Piazza S. Giorgio, dove si trovano le indicazioni per l’orrido, distante poche decine di metri.

15. Praticare Bob estivo

Cosa fare in Lombardia con bambini

Abbiamo provato questo tipo di divertimento due volte in due contesti diversi e in entrambi i casi ci sono piaciuti davvero tanto! Immaginate di sedervi su uno “slittino” con le ruote e di scivolare lungo la pista come se foste sulla neve! Un vero divertimento per i bambini e per gli amanti della velocità. Siamo stati agli Spiazzi di Gromo, in Valseriana. In questo caso la pista è piuttosto lunga e si raggiunge l’inizio con la seggiovia alla quale, prima di partire, attaccherete il vostro bob. E poi abbiamo provato la stessa cosa sul Monte Pora in Valbrembana. QUI il link per gli Spiazzi di Gromo e QUI per il Monte Pora.

Come Arrivare: Spiazzi di Gromo, o Boario Spiazzi, è una piccola frazione del comunedi Gromo in alta val Seriana. Superate l’abitato di Gromo continuate sulla sp49. Svoltate a destra sul ponte dove è indicato Boario Spiazzi. superate la frazione seguendo le indicazioni per gli impianti fino a raggiungere il grande parcheggio.

16. Il Sentiero Spirito del Bosco (CO)

Cosa fare in Lombardia con bambini

I sentieri incantati e i percorsi tematici sono tipici del Trentino, regione estremamente attenta ai bambini e alle loro esigenze. Ma la nostra Lombardia non è da meno! Anche noi abbiamo boschi semplici e a misura di bambino che permettono alle famiglie di vivere la natura assaporando un cammino divertente e particolare. A Canzo, in provincia di Como, c’è un bellissimo percorso che vi porterà in un mondo magico e fatato: si tratta del Sentiero Spirito del bosco dove tronchi scolpiti, pentoloni di streghe e passaggi segreti vi regaleranno una giornata indimenticabile. Come arrivare, cosa fare e dettagli su dislivello li trovate QUI (consultate bene prima di partire se è alla vostra portata. Non è difficile il sentiero ma potrebbe non essere idoneo all’età dei vostri bambini)

17.Il sentiero delle Espressioni in Valle Intelvi (CO)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Per par condicio rispetto al punto sopra, eccovi un altro sentiero tematico di Lombardia. In questo caso si tratta di un percorso più legato all’arte che all’aspetto fiabesco delle sculture. I tronchi scolpiti sono le opere di artisti che fanno parte dell’associazione La Maschera di Schignano. Sgorbie e scalpelli gli strumenti attraverso i quali hanno abbellito il bosco creando un percorso davvero unico. Come arrivare, cosa fare e dettagli sul dislivello e punti pericolosi a QUESTO link (mi raccomando consultate bene prima di mettervi in viaggio!)

18. Un tuffo nelle acque gelide di un ruscello

Cosa fare in Lombardia con bambini

La nostra regione è ricca di acqua. Sono tantissimi i sentieri che si possono percorrere avendo anche la possibilità di farsi un bel tuffo refrigerante magari in una calda giornata estiva. Ho raccolto 10 idee “salvavita” che vi daranno delle dritte per trovare acque limpide e cristalline dove far tuffare in sicurezza i vostri bambini. Costume da bagno, scarponcini, una tovaglia per fare il pic nic ed il pomeriggio di calura è salvo! Le mie 10 idee sentieri con ruscello le trovate QUI

19. Una visita alla Cattedrale vegetale di Oltre il Colle (BG)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Ph. Credits Marco Ravanelli

Cosa fare in Lombardia con bambini

Ph. Credits: Raffaella Biella

Immaginate una costruzione creata interamente con materiale vegetale, realizzata su una altura isolata circondata da alberi e con una vista pazzesca. Ci troviamo nelle Alpi Orobie e la Cattedrale vegetale vi regalerà motivi di spunti filosofici (grazie ai cartelli con le frasi e gli aforismi di grandi pensatori)  permettendovi di fare una passeggiata nella natura veramente diversa dal solito. Metti poi che davanti alla Cattedrale troverete un bel pratone dove fare un pic nic ed anche un piccolo laghetto ed ecco che il pomeriggio è salvo anche questa volta! Ecco a voi un po’ di numeri: 5 NAVATE, 42 COLONNE, 1800 PALI DI ABETE, 600 RAMI DI CASTAGNO.

Come arrivare : La cattedrale vegetale si trova in località Grumello di Arera. Da Oltre il Colle, raggiungere Zambla Alta. All’inizio della frazione girare a sinistra verso la località Plassa. Lasciate l’auto lì e proseguite a piedi. La strada è in pendenza accentuata ma dovrete percorrere solo 500 mt. Evitate di raggiungere il sito della Cattedrale in auto perché non ci sono possibilità di parcheggio. Maggiori informazioni le trovate QUI 

20. Una passeggiata tra le trincee di guerra al Passo San Marco

Cosa fare in Lombardia con bambini

La Lombardia è densa di tradizioni e di storia. Se, dopo averle studiate sui libri di scuola, volete regalare ai vostri bambini un passato da toccare con mano, esistono davvero tante possibilità. Una per tutte? Camminare in mezzo alle trincee di guerra affrontando un sentiero facile e a misura di bambini. Uno scenario davvero spettacolare al cospetto di cime stupende e panorami mozzafiato. E poi, se vi va, un bel pic nic tra i monti o un bel piatto di polenta in un rifugio raggiungile comodamente anche in auto! Tutti i dettagli li trovate QUI

21. Percorrere il sentiero del Tracciolino seguendo vecchi binari nel bosco

Cosa fare in Lombardia con bambini

Uno dei sentieri più belli di Lombardia da percorrere in tutta sicurezza camminando su vecchi binari che si snodano nel bosco. Torcia frontale sempre pronta per entrare nelle buie e lunghe gallerie ed un paese di montagna dai prati color smeraldo per concedersi un pic- nic dopo la camminata. Un’escursione facilissima e indimenticabile! Tutte le info in questo POST

22. Una passeggiata lungo il Fiume Adda passando sotto al grande arco del Ponte di Paderno

Cosa fare in Lombardia con bambini

L’Adda, il più lungo affluente del Po,  è il luogo delle nostre passeggiate e delle domeniche trascorse dietro casa. Camminare lungo le sue sponde permette di godere di una natura selvaggia strepitosa, con scorci di indicibile bellezza tra nidi di uccelli sull’acqua, vecchie centrali idroelettriche assonnate e punti strategici dove trovare refrigerio in estate. Uno dei luoghi di interesse lungo il sentiero sul fiume Adda è sicuramente il Ponte di Paderno. Il suo vero nome è il Ponte di San Michele ed  è famoso per la sua struttura in ferro composta da un’unica arcata. Progettato dall’ingeniere svizzero Julis Rothlisberger che, narra la leggenda, si sia suicidato proprio gettandosi dal ponte al suo primo collaudo per paura che non reggesse. Vi consigliamo di osservare il ponte dall’alto e poi di scendere al fiume per passarvi sotto. Entrambe le prospettive vi mostreranno la magnificenza dell’opera. Il ponte è percorribile sia in auto che, nella parte sottostante la sede stradale, in treno. Procedendo in direzione Bergamo, troverete il santuario della Rocchetta. Un luogo sacro con la sua chiesetta ed un bel prato dove rilassarsi e godere della vista sulle rapide del fiume.

Come arrivare: Punto di partenza privilegiato per osservare il ponte è il parcheggio che, sulla sponda Lecchese, si trova proprio sull’alzaia poco a nord del ponte. A Paderno d’adda seguite le indicazioni per Bergamo e, poco prima del ponte, svoltate in una stretta strada in discesa (via Alzaia Naviglio). Superato il ristorante troverete un piccolo parcheggio sulla destra.

23. Una pedalata in mezzo ai canneti a Colico (Lc)

Cosa fare in Lombardia con bambini

La Lombardia è tanto famosa per le sue montagne quanto per i suoi laghi! Abbiamo trascorso un week end a Colico in camper portandoci le biciclette ed abbiamo scoperto una bellissima passeggiata in mezzo ai canneti che si può percorrere facilmente coni bambini. Questo circuito all’inizio si snoda tra passerelle e poi diventa un sentiero sterrato (ma dal fondo sufficientemente regolare per essere percorso con bambini) che vi porterà in mezzo ai canneti e a una vegetazione fitta e selvaggia. Davvero divertente e piacevole e se poi ci sarà il vento, godrete dello spettacolo dei kite che giungono qui numerosi ogni fine settimana.

Come arrivare: Il parcheggio più comodo per iniziare il percorso è in via Montecchio Nord, dopo il porticciolo vicino all’area di sosta camper e alla spiaggia. Proseguendo in direzione nord troverete il sentiero. La sosta notturna dei camper nel parcheggio auto ora non è più possibile.

24. Al Rifugio Rosalba partendo dai Piani Resinelli

Cosa fare in Lombardia con bambini

Il Rifugio Rosalba è uno di quei luoghi che, se sei amante delle montagne della Lombardia, non può mancare nella lista dei rifugi visitati. A noi è rimasto nel cuore. Per la posizione in cui si trova, appollaiato su un dosso a picco sul lago e alla base della Cresta Segantini; per il fatto che si trova sulla Grignetta e per il fatto che guarda dritto dritto negli occhi il compagno Rifugio Brioschi sul Grignone. L’ascesa al Rifugio Rosalba è sconsigliata alle famiglie con bambini piccoli per lo sforzo che richiede ma è fortemente raccomandata a chi è abituato a camminare e ad affrontare sentieri con gradoni. Per i bambini piccoli in alcuni punti non è semplice per via delle gambine corte che non sempre riescono ad affrontare l’altezza delle roccette e per via di alcuni tratti un po’ esposti. Noi però siamo andati con Matilde e, tutto sommato, prestando attenzione, siamo riusciti ad arrivare a destinazione. Valutate bene prima di partire se siete famiglie in grado di affrontare questo tipo di montagna con i bambini.

Come arrivare: Al Rifugio Rosalba si può arrivare con i bambini partendo dai Piani dei Resinelli seguendo la Via delle Foppe e seguendo il segnavia N.9, dislivello 600 mt (circa 2 ore, soggettivo)

25. Le Cascate del Serio in notturna (BG)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Le cascate del Serio si trovano in Val Seriana e sono una delle chicche della nostra regione. Si tratta delle cascate più alte d’Italia. La particolarità risiede nel fatto che vengono aperte a date prestabilite e che, solo una volta all’anno, è possibile assistere all’apertura in notturna. Un evento che richiama sempre tanti visitatori e che regala uno spettacolo davvero suggestivo perché le cascate vengono illuminate con i grandi fari militari nel buio del pianoro in mezzo alle montagne. Tutte le informazioni relative a questo evento, le trovate cliccando QUI. Leggete bene il post e valutate, sulla base dell’età dei vostri bambini e del dislivello, se è fattibile per la vostra famiglia.

26. In gita a Chiareggio (SO) a caccia di marmotte

Cosa fare in Lombardia con bambini

Il paesino di Chiareggio, in Valmalenco, è magico: qualche baita, i ristorantini che hanno le caratteristiche dei rifugi di montagna, il fiume che scorre impetuoso, il ghiacciaio che domina dall’alto e il profumo dei camini accesi. Un piccolo angolo di paradiso che catapulterà la vostra famiglia nel mondo di Heidi e che vi saprà regalare grandi emozioni. Se poi aggiungiamo che, poco prima di entrare nel paese c’è un grande prato dove la marmotte vi vengono a mangiare dalle vostre mani, eccovi regalata una domenica indimenticabile. Partite dunque per Chiareggio ben equipaggiati di carote e di pazienza perchè, seppure abituate all’uomo, queste marmotte si fanno un po’ desiderare! E se per caso siete nel periodo autunnale, non perdetevi la festa della transumanza che è uno spettacolo davvero unico. (maggiori info a questo POST)

Come arrivare: Venendo da Milano, lasciate la SS36 a Colico seguendo la SS38 fino a Sondrio, quindi seguite le indicazioni per la Valmalenco. Giunti a Chiesa troverete le indicazioni per Chiareggio. La strada attraversa una zona di cava e in alcuni punti sembra di essere dentro al cantiere, non spaventatevi e percorrete i ripidi tornanti che in pochi chilimetri vi condurranno alla splendida Chiareggio

27. Trekking per bambini al cospetto di un ghiacciaio: al rifugio Bignami (SO)

Cosa fare in Lombardia con bambini

Ancora una volta la Valmalenco. Siamo innamorati di questa parte di Lombardia che offre viste mozzafiato e paesaggi da fiaba. E’ il caso del facile trekking che, portando al Rifugio Bignami, vi permetterà di camminare al cospetto del ghiacciaio di Fellaria e di arrivare ai suoi piedi. Si tratta di un trekking semplice con solo un brevissimo tratto leggermente esposto. Tutte le info riguardanti questo sentiero le trovate QUI

28/29/30. Una scampagnata ai piani d’Erna, ai Piani di Bobbio o ai Piani di Artavaggio

Cosa fare in Lombardia con bambini

Queste tre località – Erna, Bobbio e Artavaggio sono raggiungibili in circa 45 minuti da Milano e quindi sono molto gettonate per le scampagnate della domenica. Si raggiungono tutte tramite funivia che, in poco tempo, vi porterà in quota regalandovi aria fina e paesaggi mozzafiato.

I piani d’Erna vi porteranno al cospetto del Monte Resegone. Una volta usciti dalla funivia,seguite le indicazioni che vi condurranno attraverso una facile strada sterrata (percorribile anche con il passeggino) verso il parco avventura. Vicino al parco avventura vi segnaliamo anche il Rifugio Marchett dove assaggiare i piatti tipici della tradizione e nei pressi del quale trovate anche un bel parco giochi in quota con scivolo e altalene per i bambini e panchine per il relax dei genitori.

Come arrivare: arrivando a Lecco sulla SS36 prendere lo svincolo per la Valsassina. Dopo circa 4 km prendere l’uscita a Destra per Versasio – Piani d’Erna e proseguire sui tornanti per altri 3km fioìno a raggiungere il piazzale della funivia.

Ai Piani di Bobbio esistono diverse possibilità di sentieri da percorrere e, se vi piace la vita in rifugio, potete sempre raggiungere con poco sforzo in circa 40 minuti il Rifugio Lecco  dove godere dell’ottimo panorama e gustare il classico cibo di montagna. In alternativa, rilassatevi nei prati e godetevi lo spettacolo della natura.

Come arrivare: Anche i piani di Bobbio sono serviti da una funivia. La partenza si trova nel comune di Barzio, in Valsassina. Dalla SS36 a Lecco seguite le indicazioni per la valsassina. Usciti dalle gallerie a Ballabio proseguite per la valle fino a superare Balisio. Qui troverete le indicazioni per Barzio e, giunti in paese, i cartelli per la funivia. In estate è possibile parcheggiare nel parcheggio antistante l’impianto. In inverno, data l’alta affluenza di sciatori vengono aperti anche altri parcheggi in  paese, più distanti e collegati da navette.

Ai Piani di Artavaggio, oltre alla possibilità di stendere una coperta sul pratone poco fuori dalla funivia, esistono tanti sentieri percorribili con poco sforzo e a misura di bambini. Se vi piace camminare, a seconda del tempo che avrete a disposizione, potete raggiungere il Rifugio Sassi Castelli e il Rifugio Casari in circa 10 minuti dalla funivia. Se siete disposti invece a fare un piccolo sforzo in più (senza comunque dovere affrontare dislivelli troppo considerevoli) vi consigliamo di incamminarvi vero il Rifugio Nicola. Lì troverete una vista impagabile, ospitalità, gentilezza e cucina genuina da gustare o nella parte del ristorante o nella zona self service. E se volete togliervi lo sfizio di raggiungere una cima, c’è sempre il Monte Sodadura a due passi, detto anche La Piramide per la sua caratteristica forma e la cui vetta può essere conquistata prestando però un po’ di attenzione (sconsigliato ai bambini piccoli per il punto esposto in prossimità della cima).

Come arrivare: la stazione di valle della funivia si trova nel comune di Moggio, in Valsassina. Arrivando in valle da Lecco, subito dopo Balisio si svolta a destra per Moggio. La funivia è ben indicata in fondo al paese, sulla strada principale che poi prosegue per la Culmine S.Pietro e la Valtaleggio. Pochi i posti auto davanti alla stazione ma molti parcheggi sono disponibili nelle vicinanze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *