Pasta Andalini in camper. Risottata è ancora più veloce!

Qualche tempo fa vi abbiamo presentato un prodotto davvero rivoluzionario. Una pasta di semola di grano duro che cuoce in brevissimo tempo. Si tratta della Pasta Andalini 4 minuti, una vera scoperta per chi, come noi, in camper cucina anche in vacanza .

Pasta Andalini in camper

La pasta – per antonomasia il piatto simbolo della nostra nazione – è un buon compromesso tra praticità e risparmio. Un piatto di pasta in famiglia mette allegria e con poca spesa riempie le pance di tutti soprattutto se accompagnato da un buon sugo casalingo. Se poi, alla questione bontà aggiungiamo quella di velocità e praticità, la vacanza in camper diventa un piacere a tutto tondo.

Vi abbiamo già raccontato delle caratteristiche veramente particolari di questo prodotto. Se ve le siete perse potete sempre andare a rileggere questo post per capire bene di cosa si tratta e per capire perché la Pasta Andalini in camper è un ottimo compromesso tra bontà e praticità.

Il fatto che la Pasta Andalini cuocia in 4 minuti, riduce l’atto di preparare un primo piatto essenzialmente all’attesa dell’acqua che bolle.

Pasta Andalini in camper

Nelle nostre escursioni in montagna, uno dei momenti più difficili da affrontare è il momento del ritorno alla base. Tutti stanchi, con la voglia di farsi una doccia e il desiderio di sedersi in veranda a rilassarsi dopo una giornata passata con gli scarponcini ai piedi. Allo stesso tempo, però, non si vede l’ora di sedersi a tavola per recuperare le energie perse durante il cammino. Avere la Pasta Andalini in camper aiuta a venire incontro all’esigenza di mettere in tavola un pasto buono, nutriente e in poco tempo.

Dopo anni di esperienza nel mondo del plein air abbiamo imparato qualche trucchetto che ci permette di risparmiare ulteriormente sui tempi di cottura e sui consumi di gas. Vogliamo condividere con voi un escamotage che potrebbe tornare utile a chi è alle prime armi nel mondo dell’abitar viaggiano e vuole imparare qualcosa di nuovo.

Pasta Andalini in camper: mai provato la versione risottata?

Pasta Andalini in camper

Cucinare la pasta nella versione risottata, non vi garantirà un pasto da grandi chef ma vi darà dei plus che non sono da sottovalutare in un on the road nel senso più vero del termine.

Si tratta infatti di cucinare la pasta direttamente in padella aggiungendo subito il sugo e pochissima acqua. In buona sostanza la pasta cuocerà per assorbimento e in brevissimo tempo vi ritroverete seduti a tavola pronti per gustare il vostro piatto. Unire la tecnica della pasta risottata con l’utilizzo della Pasta Andalini in camper significa avere la vita semplificata due volte: 4 minuti di cottura più qualche minuto affinché la pasta assorba acqua e sugo ed il gioco è fatto.

Pasta Andalini in camper: le 4 mosse per prepararla risottata

1. Prepara la porzione di pasta nella padella, l’acqua e il sugo

Pasta Andalini in camper

2. Versa tutto nella padella: la pasta cruda, la quantità di sugo che desideri, un pizzico di sale grosso e aggiungi acqua fino a coprire tutto.

Pasta Andalini in camper

3. Accendi il fuoco e continuando a mescolare cuoci per assorbimento come se fosse un risotto.

Pasta Andalini in camper

4. Buon Appetito in circa 4 minuti!

Pasta Andalini in camper

Pasta Andalini in camper: i vantaggi del cuocerla risottata

  • Risparmio di gas. Se non dovrete calcolare il tempo di bollitura dell’acqua nella pentola grande, significa che la vostra cena o il vostro pranzo richiederanno pochissimo di utilizzo di gas e quindi  potrete ridurre in modo drastico il consumo delle bombole.
  • Scolapasta, addio! Per chi come noi pratica tanta sosta libera, uno dei problemi più fastidiosi è quello di dover scolare l’acqua della pasta. Ritrovarsi in mezzo alla strada a compiere questa operazione non è educato, non è pratico e per quanto mi riguarda è pure imbarazzante. Cucinando la Pasta Andalini in camper nella versione risottata, lo scolapasta sparisce perché la pasta cuoce per assorbimento e in padella non restano residui.
  • Addio vapore e umidità in camper! L’umidità in camper (soprattutto in inverno quando si è costretti a tenere tutto chiuso per via del freddo) è una compagnia molto fastidiosa. Genera condensa e favorisce quella situazione in cui l’acqua gocciola sulle pareti. Quando la stufa è accesa questo fenomeno si accentua e quando si cucina ancora di più. Togliendo il passaggio della bollitura dell’acqua eliminiamo alla radice il problema. Ecco un motivo in più per scegliere la pasta Andalini nella versione risottata!
  • Serve una sola pentola. Un altro dei problemi legati alla vacanza in camper, è il fattore ordine che deve regnare a bordo affinché gli spazi ristretti siano vivibili e fruibili da parte dell’equipaggio. Avere una sola pentola sul fornello è pratico, non vi obbligherà  perdere troppo tempo quando dovrete sparecchiare e vi darà la sensazione di ordine anche mentre cucinate.
  • Risparmio delle scorte di acqua quando si lavano i piatti. Utilizzare un‘unica padella per la cottura della pasta insieme al sugo significherà avere una sola stoviglia da lavare al posto di tre: pentola per l’acqua, scolapasta e pentolino per il sugo. Avere una stoviglia solo da lavare, significherà per voi risparmio di acqua e di detersivo a basso schiumaggio che, per le sue proprietà particolari, ha un costo maggiore di quello classico.

Se questa modalità di cottura vi è piaciuta e volete provarla con la Pasta Andalini per abbattere in tutto e per tutto i tempi di preparazione delle vostre cene e dei vostri pranzi, potete visitare il sito del Pastificio Andalini dove troverete tutte le informazioni necessarie sul prodotto e sull’azienda che la produce.

Se desiderate acquistare la Pasta Andalini, la trovate nei supermercati e negozi in Emilia Romagna oppure on line cliccando QUI

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *