La Casa Bergamasca di Babbo Natale a Gandino


La Casa bergamasca di Babbo Natale

Quanto tempo dura l’attesa per un bambino? Quanto vale un minuto? Ed un’ora? Un istante è pari all’infinito se la mente non conosce i confini dello spazio e del tempo. E la fantasia, là dove non ci sono confini, non sa dove stia di casa la realtà. Seguendo questi principi e sulla scia di sogni messi da parte da tanto tempo, noi adulti, regaliamo ai bambini momenti di felicità e magia che raramente vivranno di nuovo una volta cresciuti.

Si tratta dell’attesa del Natale, della sua sempiterna magia dal sapore di terre lontane, di ghiacci perenni, di renne, folletti e pacchi regalo consegnati passando attraverso i camini. La bugia più poetica e dolce che ci sia e che si rinnova ogni anno da millemila anni, sempre in modo uguale…Quella stessa bugia che, una volta rivelata, segna per sempre la fine dell’infanzia ma quella stessa bugia che nessuno vuole mai accettare fino in fondo quasi come un volersi dire “non è vero ma ci credo”, quasi a non voler mai far finire quel periodo d’oro che è l’infanzia…

E’ la storia di Babbo Natale che, vuole la tradizione, arriva sulla slitta e porta nelle case dei bimbi buoni tanti doni. E’ una storia che si ripete di padre in figlio, di generazione in generazione. Una storia con un finale amaro ma che se, come bimbo grande, impari a vivere con poesia ed occhi diversi, durerà per tutta la vita.

Nella nostra famiglia solo alla piccola di casa resta ancora celata la verità. A noi, quattro “adulti”, spetta il grande compito di lavorare di squadra affinché tutto sia possibile per lei, affinché la notte di Natale si compia quella magia che ha il sapore dell’infanzia, del tempo spensierato dove tutto brilla come le lucine che illuminano queste notti fredde di dicembre.

Ed è per toccare con mano la magia del Natale che siamo andati a visitare la Casa Bergamasca di Babbo Natale che si trova a Gandino, in Valseriana, in provincia di Bergamo. Si tratta di una Casa di Babbo Natale molto speciale perché, a differenza di molte altre, ha la caratteristica di essere itinerante.  Ogni anno, dunque, la casa bergamasca di Babbo Natale va in cerca di un luogo della Valseriana che la possa ospitare.

Un pomeriggio alla Casa Bergamasca di Babbo Natale: per entrare nel vivo della magia!

La magia inizia quando il folletto Ada viene a chiamare i bambini  in attesa …

Casa Bergamasca di Babbo Natale

Da questo momento in poi si entra in una favola. Ad attendere i bambini l’aria del Natale nella sua foggia più ridondante con tanto di fuoco acceso nel grande cortile e, naturalmente, Babbo Natale al balcone insieme ai suoi aiutanti!

Casa Bergamasca di Babbo Natale

Tutto intorno uno spirito del Natale che, da ogni angolo riesce ad incantare non solo i bambini ma anche noi grandi.

Renne in prossimità della grande vetrata decorata

Casa bergamasca di babbo Natale

La  stanza con il  grande camino Casa bergamasca di babbo Nataleil corridoio che porta dritto dritto da lui, Babbo Natale in persona!IMG_0009Non prima di aver scritto, nell’apposita stanzetta, la letterina e non prima, chiaramente, di aver superato il fatidico esame: “Sei stata brava quest’anno”?

Casa bergamasca di babbo Natale

Bleffando un pochino (una terza figlia sa sempre come cavarsela, no??!!!) superiamo la soglia e col cuore in gola saliamo le scale a rotta di collo con in mano la nostra letterina

Casa bergamasca di babbo Natalee finalmente ci troviamo davanti a Lui. E sì….lo ammettiamo….ci manca un po’ il respiro!

Casa bergamasca di babbo NataleUn tuffo al cuore, un sogno che si realizza  che un po’ fa tremare le gambe e un po’ gonfia il cuore di felicità.

Mamma, è proprio lui….sì…è lui, rispondo e mi sento per la prima volta serena nella crudele bugia. E’ tutto così bello e pare così vero che anche noi grandi quasi come se fossimo ubriachi non riconosciamo più quale sia il confine tra finzione e realtà.

E allora, dopo aver scambiato quattro chiacchiere con Babbo, foto di rito (quattro sorrisi su cinque sorridono per chi non sa la verità…)

Casa bergamasca di babbo Natale

diamo uno sguardo al suo studio, e poi alla stanza in cui è solito dormire

Casa bergamasca di babbo Natale

e poi di corsa ai laboratori, i folletti ci aspettano al piano superiore!!

Casa bergamasca di babbo NataleE dopo aver creato le nostre bacchette di lana ed il nostro addobbo natalizio con i legnetti  dipinti di bianco stile shabby, la giornata continua alla piccola fattoria ricreata accanto alla villa dove si trovano agnellini, caprette  e coniglietti da accarezzare.

Casa bergamasca di babbo NataleEd infine, scendendo le scale che portano nelle cantine di quella che una volta fu una lussuosa dimora, raggiungiamo la zona dedicata al mercatino dell’artigianato e della produzione locale.

Lasciamo la casa bergamasca di Babbo Natale col cuore felice per aver vissuto per un po’ dentro un sogno.

Che si tratti di realtà o finzione non importa. Importano i sentimenti, quelli sì.

Importa il viso di una bimba che, alla vista di Babbo Natale affacciato al balcone abbia provato un sentimento forte. Dopo tutto Natale è un po’ anche questo.  E chi meglio di un bambino potrebbe saperlo?

Casa bergamasca di babbo NataleLa Casa Bergamasca di Babbo Natale: info pratiche

  • La Casa Bergamasca di Babbo Natale è un evento itinerante. Giunta ormai alla sua decima edizione, ogni anno cambia location. Le immagini di questo post fanno riferimento alla Casa Bergamasca di Babbo Natale 2015. Per scoprire dove si trova quest’anno clicca QUI.
  • Per accedere alla casa non è necessaria la prenotazione ma vi consigliamo, per evitare di fare troppa coda di arrivare con un po’ di anticipo. Noi siamo stati tra i primi ed abbiamo avuto il privilegio di “svegliare” Babbo Natale!
  • Il prezzo di ingresso è di  € 8,00. I bambini fino a tre anni entrano gratuitamente. Il costo dei biglietto include il costo del materiale per i laboratori.
  • Per consultare le date e gli orari di apertura clicca QUI 
  • All’interno della Casa Bergamasca di Babbo Natale è possibile scattare fotografie senza alcuna restrizione. Anche nella stanza dove c’è Babbo Natale potrete usare i vostri cellulari o macchine fotografiche. Edith, la moglie di Babbo Natale sarà ben lieta di prestarsi come fotografa per immortalare le vostre famiglie.
  • Gandino è un grazioso paese dalle viuzze strette e con tante curve a gomito. Vi sconsigliamo di avventurarvi con l’auto in cerca di un parcheggio!! Piuttosto consultate QUESTO LINK dove troverete la mappa dei parcheggi.
  • Per altre informazioni e dettagli sugli orari di apertura, consultate il sito ufficiale della Casa Bergamasca di Babbo Natale QUI

La casa bergamasca di Babbo Natale: dove dormire col camper

A pochissimi metri dal centro storico del paese si trova un parcheggio con servizio di carico e scarico e due piazzole di sosta su autobloccanti. Il parcheggio si trova in Via Giovanni Pascoli.

La casa bergamasca di Babbo Natale: che fare nei dintorni?

Dopo aver visitato la Casa Bergamasca di Babbo Natale, non perdete l’occasione di visitare il Museo del Presepe che si trova in Piazza Emancipazione.

Casa bergamasca di babbo Natale

Oppure rivolgetevi all’ufficio turistico e chiedete il volantino “andar per presepi”. Potrete andare a caccia di presepi insieme ai vostri bambini cercandoli negli angoli più suggestivi del paese.

Casa bergamasca di babbo NataleUn’altra alternativa è quella di vagare per il paese alla scoperta delle sue curiosità e bellezze. Gandino pare un paese dove il tempo si sia fermatoCasa bergamasca di babbo Natale

 

dove le insegne dei negozi dai toni retrò danno l’impressione al turista di trovarsi in un film anni 30

Casa bergamasca di babbo NataleCasa bergamasca di babbo NataleGandino è un paese che vive ancora di tradizioni. Cercate, insieme ai vostri bambini, la strada in centro, con 100 tasselli bianchi numerati. E poi raccontate loro che quei cento tasselli, a luglio, diventano i protagonisti della famosa “Corsa di of”, la corsa delle uova. Una sfida nata tra due amici nel 1930 e che ogni anno si ripete in occasione della festa patronale. Se siete curiosi di conoscere la storia divertente che fece nascere la sfida e tutti dettagli su questa tradizione potete leggere questo post.

Casa bergamasca di babbo NataleCasa bergamasca di babbo NataleLa casa bergamasca di Babbo Natale – ultima chicca: il passo della Presolana

Nel caso in cui voleste calarvi ancor di più nello spirito del Natale, vi consigliamo di non perdervi i mercatini di Natale a Castione Presolana che si trova a circa venti minuti di auto da Gandino. Qui vi accoglierà la tipica atmosfera di montagna complice la bellissima Presolana che per la sua conformazione geologica tanto ricorda le Dolomiti.

Casa bergamasca di babbo Natale

Non mancate di passeggiare tra le bancarelle, di godere delle lucine, sorseggiare un buon bicchiere di vin brulè, gustarvi qualche caldarrosta e di scegliere gli ultimi regali.

Se no, che Natale è?

Auguri!

Casa bergamasca di babbo Natale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *