Wish list 2016: non chilometri ma metri di dislivello.

Wish list…siamo oltre la metà di gennaio ed io non ne ho ancora una.

Leggo qua e là e scopro che molti amici viaggiatori, tirando le somme dell’anno precedente, hanno già stabilito luoghi, itinerari, hanno definito i come e i quando.

E’ giunto il momento anche per me ma prima, concedetemelo, un passo indietro

C’era un tempo in cui stabilire una meta era un affare da gestire nel dopo cena, magari davanti ad un buon bicchierino sfogliando guide turistiche o cercando notizie on line: una questione intima, da condividere in due dopo una giornata di lavoro e di impegni.

Poi, finalmente, arrivava il giorno della partenza.

Si stabiliva un orario “vulnerabile” nel quale tutte sarebbero crollate di sonno e questo avrebbe garantito la nostra sanità mentale e la buona riuscita della partenza.

Wish list

Pappe, cacche, pipì, “sono stanca”, “quanto manca”, “siamo arrivati”, avrebbero poi scandito il resto del viaggio ma questo non ci ha mai fatto mai desistere. Non avevamo ancora il camper ma poco importava: i pranzi in auto non sono mai mancati. Neppure il vasino sempre pronto nel baule. Modalità Zecchino d’oro ON e si dava inizio alle nostre vacanze.

Se guardo indietro a quel periodo, posso dire di vedere un tempo sicuramente molto faticoso (gestire tre figlie viaggiando on the road non è semplice) ma sono convinta, allo stesso tempo, che mio marito ed io siamo stati i protagonisti di un tempo assai fertile.

Insieme abbiamo messo nel cuore e nella testa delle nostre figlie il seme della curiosità, dello stupore e della voglia di mettersi in gioco. E la cosa bella è che, pur vivendo tutto ciò in modo “passivo”, le nostre ragazze di chilometro in chilometro stavano crescendo dentro.

In modo silenzioso e discreto il viaggio le stava plasmando

Poi gli anni sono passati e le nostre ragazze sono cresciute. Sono cresciuti i piedini, i vestiti della prima sono passati alla seconda e quelli della seconda sono andati di diritto alla terza. Le magliette si accorciavano e le suole delle scarpe si consumavano ma insieme a questo processo deteriorante delle “cose materiali, stava nascendo dentro loro un’anima libera con la voglia di esplorare, di conoscere e di aprirsi al mondo.

Wish list

E così, di meta in meta, di passo in passo siamo arrivati ad oggi.

La nostra famiglia è cresciuta.

Non abbiamo più davanti a noi bimbe ignare dei nostri disegni e dei nostri desideri. Ci troviamo davanti delle ragazze con desideri diversi, pensieri diversi, e caratteri diversi ma tutte con la voglia, finalmente, di essere protagoniste delle nostre mete.

Ecco quindi che preparare itinerario non è più un fatto intimo ma un vero e proprio affare di famiglia dove ci si mette a tavolino e si discute.

E’ qui che gli anni di fatica rendono il merito di tutti i pannolini cambiati nel baule della macchina e dei biberon scaldati con l’accendisigari e ti mostrano lo slide show della strada percorsa.

E’ qui che si dimenticano per sempre musi e capricci di un tempo che fu.

Wish list

E così, per tornare alla nostra wish list, le nostre ragazze hanno così deciso…

Wish list

Il nostro motto non sarà andare lontano perché non è lontano che andremo a cercare la nostra felicità.

La nostra wish 2016 non si caratterizzerà infatti per i chilometri percorsi bensì per metri di dislivello!

Abbiamo deciso che vogliamo puntare verso l’alto per raggiungere cime toccando il cielo con un dito, per  attraversare ponti sospesi sopra fiumi impetuosi e vogliamo mettere alla prova il nostro coraggio percorrendo sentieri attrezzati adatti ai bambini.

La montagna ma, soprattutto, la voglia di salire.

Questa è la nostra wish list e l’augurio più grande che possiamo fare alle nostre ragazze. E a tutti i bambini.

Di puntare sempre alto e di sentirsi liberi come il vento!

Wish list

 

 

 

 

 

 

2 commenti:

  1. Un tempo i metri in altitudine erano anche una mia meta! Nell’altitudine mi sono dovuta limitare, e quindi mi dedico ai km. Allora buoni metri

    • Grazie Monica per essere passata di qui, mooooolto onorata, sai????! Anche a te un caro augurio di buona strada. Che sia in lungo o in alto non importa. L’importante è che sia buona! Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *