Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini: il Rifugio Nicola

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Il RIfugio Nicola a quota 1900 mt

Il rifugio Nicola se ne sta nascosto appollaiato ai piedi del Monte Sodadura ad attendere gli amanti della montagna che giungono qui per respirare aria pura e godere di una montagna bellissimafacile per i bambini. Che ci si risparmi parte del sentiero prendendo la funivia o che lo si raggiunga a piedi dal paese di Moggio, è sempre una piacevole meta che vi porterà a 1900 metri di altezza lontano dal caos e dallo smog cittadino. Se in estate qui potrete godere di prati verdi e ampi spazi dove giocare, in inverno il rifugio Nicola si rivelerà l’occasione per una facilissima ciaspolata in grado di regalarvi emozioni grandi con uno sforzo di poco conto. E se prima di raggiungere il rifugio desiderate far giocare i vostri bambini, questo è il posto giusto. Più sotto vi spiegheremo il perché.

Siete pronti? Preparate lo zaino invernale con tutto ciò che serve per la neve e via!

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini: come raggiungere il Rifugio Nicola

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Il tetto del Rifugio Nicola assomiglia al cappello di un folletto!

Il rifugio Nicola si trova ad Artavaggio, in Valsassina, provincia di Lecco. Per la sua forma singolare ad architettura piramidale, il tetto ha una forma così particolare da sembrare il cappello di un folletto. Lo vedrete spuntare pian pianino percorrendo il sentiero che parte dalla funivia di Artavaggio e sarà una bella sorpresa. Dalla sua terrazza, nei giorni di bel tempo, potrete godere di un panorama mozzafiato sul Resegone e sulle Grigne ma anche sulla Pianura Padana, sul Piemonte e sulla Valle d’Aosta.

Se siete con bambini, vi consigliamo di scontarvi buona parte di dislivello con la funivia che parte da Moggio.

Attenzione perché nei giorni festivi potreste incappare in code molte lunghe, quindi partite presto!

Una volta giunti in quota, lasciatevi gli impianti della funivia alle spalle e, seguendo le indicazioni, incamminatevi verso il Rifugio Nicola. che potrete raggiungere con una camminata di circa un’ora (soggettivo se avete bambini) che non presenta nessuna difficoltà se non un po’ di pendenza da mettere comunque in conto dal momento che ci troviamo in montagna.

Il sentiero è largo, senza pericoli e raggiungibile, se battuto, anche con semplici scarponi da montagna. Nel caso voleste camminare nella neve fresca, vi suggeriamo di portarvi le ciaspole perché potrete aver modo di sperimentare senza troppa fatica questa attività e, se li avete, potete pensare di mettere nello zaino anche dei ramponcini che, in caso di neve gelata sono sempre utili ( ma non sono obbligatori per questa semplice escursione).

Immancabile, una volta giunti al rifugio, un piatto fumante di polenta da assaporare seduti accanto alla stufa magari davanti alla finestre con vista sulla Sodadura altrimenti chiamata la Piramide.

Pranzo con vista sulla Piramide

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini: cosa fare nei dintorni del Rifugio Nicola con i bambini

  • Se i vostri bambini sono grandicelli e siete genitori esperti della montagna, potete raggiungere la cima della Sodadura,. Questo tipo di attività è solo per esperti e se siete attrezzati quindi se avete bambini piccoli o non siete abituati a camminare, ve la sconsigliamo fortemente.
Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Sodadura o “La Piramide”

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

  • Se invece avete bimbi piccini, nelle immediate vicinanze troverete dei prati dove giocare a rotolare nella neve, dove scivolare (vi siete ricordati di mettere le palette nello zaino??) e dove costruire pupazzi. Se vi siete portati le ciaspole, potete pensare di raggiungere in poco più di dieci minuti il Rifugio Cazzaniga Merlini camminando nella neve soffice. Sarà una bella esperienza anche per i vostri bambini da vivere in totale sicurezza senza dover affrontare dislivelli troppo impegnativi.
Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Il Rifugio Cazzaniga Merlini

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini: una idea in più per un week end con i fiocchi

Se vi piace l’idea di trascorrere una notte in montagna, il Rifugio Nicola è davvero una buona idea anche perché potete programmare di trascorrere due giorni sulla neve con i vostri bambini in un ambiente che offre molte possibilità. Il rifugio ha 24 posti letto ed offre un’accoglienza tipica dell‘ambiente alpino ma con tutti i comfort del caso. Potete fermarvi a mangiare nel ristorante oppure accomodarvi al self service dove non potete mancare di assaggiare i famosi involtini di verza dello chef oltre che i tipici piatti della tradizione di montagna.

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Involtini di verza e polenta

Ecco un mini programma per una due giorni con notte in rifugio con base al Rifugio Nicola.

GIORNO 1

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

La pista per i bob

Arrivo a Moggio, salita ai piani di Artavaggio con la funivia.  Fuori dagli impianti, noleggio di bob e mattinata trascorsa a giocare sulla neve grazie agli impianti di risalita apposta per i bob.

Nel primo pomeriggio (o subito dopo l’ora di pranzo. Ricordate che in inverno viene buio presto, non fatevi sorprendere dal buio): incamminatevi per il rifugio Nicola. In genere il sentiero è battuto quindi bastano gli scarponi (eventualmente chiamare il rifugista e chiedere conferma). Camminata di poco più di un’ora (soggettivo) e arrivo al Rifugio Nicola. Notte in quota con cena in rifugio.

Se avete bambini piccoli, troverete anche un ambiente adatto a loro con angolo fasciatoio che a quasi 2000 metri non è proprio scontato!

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Angolo fasciatoio a quota 2.000 metri!

GIORNO 2

Dove andare sulla neve in Lombardia con bambini

Mattinata trascorsa a giocare sulla neve o ciaspolando con i vostri bambini nei dintorni (come da indicazioni nella prima parte del post). Ritorno ai Piani di Artavaggio e funivia. (Tenete presente che potreste trovare coda al ritorno agli impianti, non fate troppo tardi per non trovarvi nella condizione di stare ore in piedi al freddo in attesa della funivia)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *