Ciaspolare con bambini: cosa serve per partire organizzati

Ciaspolare è un’attività salutare, facile, poco costosa (un noleggio costa dai 7 ai 10 euro in genere) e che ben si presta per essere proposta ai bambini.

In questo post vi abbiamo regalato cinque mete da provare in famiglia per sperimentare il divertimento di una ciaspolata insieme ai vostri bambini percorrendo sentieri adatti a loro sulla base dell’età e della loro attitudine alla montagna.

Tuttavia, decidere ci  ciaspolare con bambini non significa solo individuare mete adatte alla famiglie, ma anche partire organizzati, ben equipaggiati ed essere certi di avere, al momento opportuno, tutto ciò che serve mentre ci stiamo godendo una giornata in montagna d’inverno.

Ecco qui di seguito alcuni consigli – frutto della nostra esperienza personale – riguardanti l’abbigliamento e l’equipaggiamento necessari per vivere serenamente una giornata sulla neve a ritmo lento insieme ai bambini.

Cosa sono le ciaspole?

Ciaspolare con bambini

  • Le ciaspole (dette anche racchette da neve o ciaspe) sono due grandi “piedoni” che vengono legati agli scarponi da montagna. Indossarle durante una camminata sulla neve (soprattutto fresca) permette di non affondare (perchè aiutano a galleggiarci sopra). Nel caso in cui scegliessimo un modello dotato nella parte anteriore di ramponi (come quelli nella foto),  esse ci aiuteranno anche a non scivolare nella neve quando questa è indurita dal freddo o addirittura ghiacciata.
  • Prima di inserire lo scarpone, fate scivolare la parte posteriore mobile della ciaspola adeguandola al giusto numero di piede utilizzando i riferimenti mostrati dalle tacche. Dopo questa operazione, inserite lo scarpone e legate le ciaspe con le fibbie anteriori (intorno allo scarpone) e posteriori (intorno al polpaccio).
  • Nella parte posteriore della ciaspa c’è una specie di “molletta” (vedi foto). Questa molletta permette di usare la ciaspola in tre modi: bloccata al piede, libera dal piede e come alzatacco.  Nei tratti in discesa o più impegnativi dovrete usare la ciaspa tenendola bloccata al piede per avere un controllo maggiore dei movimenti. Nei tratti in piano, sbloccate la molletta e lasciate che nel vostro camminare il tacco sia libero. Nei tratti in salita, per fare meno fatica, usate la molletta come alzatacco.
  • Le racchette da neve (salvo qualche raro modello) hanno attacchi universali, quindi si possono usare con tutti i tipi di scarponi. Meglio un paio di scarponi alti, che proteggono la caviglia e soprattutto che siano impermeabili. Nel caso in cui i vostri bambini non iano dotati di scarponcini impermeabili, ricorrete al vecchio rimedio (ma pur sempre efficace) di infilare all’interno dello scarponcino dei sacchetti di plastica (vanno bene per es. quelli del gelo). E’ un rimedio sicuramente rudimentale ma che assicurerà ai vostri bambini una camminata all’asciutto. I piedini infreddoliti o addirittura gelati sono una delle cose che assolutamente vanno evitate. NO categorico ai MOON BOOT: troppo grandi per entrare nella sede della ciaspa e troppo ingombranti.

 

Ciaspolare con bambini: esistono mini ciaspole?

Ciaspolare con bambini

Per prima cosa è bene sottolineare che ciaspolare è una attività che richiede sforzo fisico e che sollecita le caviglie.

Vi consigliamo quindi, nel caso di bambini piccoli (3 – 5 anni) di non insistere con tempi troppo lunghi. Rischiereste di compromettere la loro struttura ossea ed anche di far scemare il loro entusiasmo. Detto questo, regalate loro questa bellissima esperienza calibrandola in base alla loro età ed informatevi sui diversi tipi di ciaspoline in commercio. Per orientarvi nella scelta, vi segnalo questo interessante articolo scritto dalla mia amica Alessandra del blog I Viaggi dei Rospi che è si occupata di selezionare i modelli esistenti e di suddividerli per caratteristiche, età e costi.

Se i vostri bimbi hanno invece 6/7 anni potete prendere le ciaspole per i bambini più grandi ed eventualmente inserire un piccolo spessore se non calzano a pennello (noi abbiamo usato un pezzetto di camera d’aria della bicicletta arrotolato). E’ un rimedio rudimentale ma che vi potrebbe tornare utile.

Se invece avete bimbi grandi (per intenderci dagli 8 anni in su) potrete già noleggiare ciaspe per adulti dal momento che, come abbiamo detto, sono regolabili in lunghezza.

Ciaspolare con bambini: che cosa è necessario?

Ciaspolare con bambini

Insieme alle ciaspole non dobbiamo dimenticare mai i bastoncini telescopici. Sono gli stessi che si usano in montagna d’estate ma ai quali, in inverno, si aggiunge il “dischetto” nella parte inferiore. I bastoncini aiutano a restare in equilibrio durante la camminata, sostengono nelle salite impegnative e aiutano a definire il ritmo della camminata. Non dimenticate, una volta a casa, di “scomporli” e di farli asciugare in modo che non si formi ossido all’interno delle parti cave.

Ciaspolare con bambini: quale abbigliamento?

Ciaspolare con bambini

Come dicevamo, essere ben equipaggiati garantisce la buona riuscita della nostra ciaspolata e permette di goderne appieno. Come vestire dunque i nostri bambini? Ecco qui di seguito una lista di ciò che vi servirà. 

  • Una giacca impermeabile (magari anche anti vento).  Noi abbiamo comprato da Decathlon quelli che vengono definiti soft shell  e ci siamo trovati bene. Sconsigliati i piumini o le giacche a vento. Ricordiamoci che ciaspolare comporta uno sforzo fisico non indifferente. Con un abbigliamento troppo pesante rischiereste di far sudare i vostri bambini e di fargli fare la sauna!
  • Un pile pesante.
  • Abbigliamento termico costituto da una maglietta ed una calzamaglia (anche in questo caso noi ci siamo riforniti da Decathlon)
  • Eventualmente considerate anche l’idea di avere una maglia a maniche corte. Non è raro infatti, che in giornate di sole, si senta la necessità di indossarne una.
  • Pantaloni da montagna invernali. Se ciaspolare diventerà una abitudine, sentirete presto il desiderio di  averne un paio. Sono provvisti di tante tasche, nella parte delle caviglie hanno i bottoni, l’elastico per inserirli negli scarponi e, all’interno, una parte impermeabile per non bagnarsi. Se però con i vostri bambini siete alle prime esperienze e non volete spendere troppo,  fate indossare loro una calzamaglia, una comoda tuta da ginnastica e dei pantaloni antivento. Se i bambini sono grandi e cammineranno tanto vi consigliamo di evitare la tuta da sci (suderebbero troppo) ma se sono piccoli e il sentiero sarà breve potrebbe essere una buona idea per farli stare al caldo. E poi, una volta sganciate le ciaspole, saranno già pronti per giocare sulla neve.
  • Ghette. Anche avendo i pantaloni invernali, sono utlissime. Esse infatti permettono di camminare affondando nella neve senza bagnarsi e senza far sudare le gambe. Se i bimbi sono piccoli preferire (come si diceva in precedenza) la tuta da neve che li terrà caldi e non li farà bagnare.
  • Scarponcini
  • Calze da trekking.
  • Berretto, scaldacollo, guanti in pile o da sci.

Ciaspolare con bambini: cosa mettere dentro lo zaino?

20150131_164808

Considerate l’idea di responsabilizzare i vostri bambini dando loro uno zainetto da portare con dentro magari qualcosa di leggero ma che sia tutto loro. A voi, invece, spetterà la parte più “pesante” cioè portare tutto ciò che servirà durante la ciaspolata. Ecco qui di seguito un’idea di massima di cosa mettere nello zaino.

  • Del cibo se pensate di restare fuori tutto il giorno
  • Un thermos contenente del tè caldo ben zuccherato. Preziosissimo per i momenti in cui vi fermerete ed avrete bisogno di riscaldarvi, di dissetarvi e di riprendere le energie.
  • Una borraccia con acqua.
  • Barrette energetiche/cioccolata/frutta secca. Molto utili se affrontate una ciaspolata lunga ed impegnativa. Evitate, nelle soste brevi, di mangiare panini. Vi appesantirebbero e poi fareste fatica a riprendere il cammino.
  • Scaldamani . Si tratta di bustine che, se agitate, si scaldano e restano calde per tanto tempo. Utilissime per quando si resta per tanto tempo all’aperto con i bambini. Esistono anche nella versione per i piedi.
  • Un cambio completo (in modo particolare per l’intimo. Ciaspolando si suda molto e, ad escursione terminata, è sempre buona cosa cambiarsi per evitare che gli indumenti bagnati si raffreddino e si asciughino sulla nostra pelle).
  • Coprizaino. Utile se dovesse nevicare per evitare che si bagni (molti modelli lo hanno già incluso). Non doveste averlo potete sempre utilizzare un grande sacco di plastica.
  • Occhiali, stick labbra, crema solare. Fondamentali perchè i raggi UV in montagna sono molto potenti!
  • Kit di pronto soccorso
  • Se decidete di regalare ai vostri bambini la magia di una ciaspolata notturna non dimenticatevi la torcia, meglio se frontale. Non ingombra le mani ed è sempre pronta all’uso.

Ultime raccomandazioni

IMG_4095

Se decidete di ciaspolare con bambini…

  • Scegliete la meta ed il sentiero in base alle loro capacità fisiche.
  • Tenete in considerazione la loro età e la loro predisposizione a camminare in montagna
  • Valutate la pendenza del percorso, le condizioni del manto nevoso, i tempi di percorrenza e l’esposizione del sentiero.
  • Prima di partire informatevi sulle condizioni meteo.

Se siete giunti sino a questo punto del post significa proprio che desiderate intraprendere una ciaspolata con bambini e allora non vi resta che scaricare la check list al link che trovate qui sotto. Vi potrà tornare utile all’atto di preparare lo zaino.

Buona neve a passo lento!

LISTA DELLE COSE UTILI PER CIASPOLARE CON BAMBINI. SCARICALA QUI

 

 

Un commento:

  1. Bellissimo e utilissimo come sempre!!! Bravi bravi!! La lista l’ho già stampata… vuria mai che dovendo partire sempre all’alba ci dimentichiamo qualcosa, rimbambiti come siamo alle 6 del mattino noi 😀
    Non vedo l’ora di ciaspolare in 9 ora!!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *