Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino. Passeggiata in Lombardia facile per bambini piccoli o col passeggino

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino. Le montagne di Lombardia a misura di famiglie con bambini piccoli.

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il punto da cui parte il sentiero

Il Sentiero Sensoriale dei Bagni di Masino è un bellissimo percorso che consigliamo alle famiglie con bambini piccoli che desiderano iniziare i loro cuccioli all’escursionismo senza doverli sottoporre ad uno sforzo troppo grande. Per le caratteristiche proprie del sentiero, la sua collocazione in una zona splendida della Lombardia e per quanto il territorio circostante offre, il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino è sicuramente da mettere in nota tra le passeggiate da fare anche con il passeggino da trekking. Inoltre, intorno, una natura bella da togliere il fiato, prati verde smeraldo, panchine con accanto barbecue dove organizzare un bellissimo pic nic in famiglia ed un ruscello dove giocare con l’acqua che per la sua facile accessibilità entra di diritto nella nostra lista delle 10 idee sentiero con ruscello (che nel corso degli anni sono diventate molto più di dieci!!)

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Una parte del fondo del sentiero è di sassolini

Il Sentiero sensoriale dei bagni di Masino: di cosa si tratta

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il cartello che indica il percorso

Si tratta di un sentiero realizzato nel 2014 da ERSAF in collaborazione con L’Unione Ciechi e Ipovedenti Lombardia per promuovere un turismo sociale sostenibile e aperto a tutti.

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il sentiero è costituito da 9 tappe. Ogni tappa ha un tassello leggibile anche dai non vedenti

L’itinerario ad anello è molto semplice e prevede 9 tappe tematiche che, di passo in passo, permettono di andare alla scoperta della natura e dei suoi differenti aspetti. Una Casa del Bosco (per il contesto fiabesco in cui si trova, potrebbe essere la casetta di Hansel e Gretel).

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

La casa nel bosco

pannelli esplicativi e tattili per riconoscere la flora del bosco attraverso istallazioni di tronchi rotanti.

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il pannello con i tronchi rotanti per riconoscere le cortecce degli alberi

Un punto sosta nel bosco con la panchina su cui sedersi ed abbandonarsi ai suoni della natura e poi il punto dedicato alla geologia con i grandi monoliti disposti verso i quattro punti cardinali.

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

La tappa dedicata alla Geologia

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

I monoliti orientati verso i punti cardinali

Nel percorso non manca ovviamente la sosta al torrente  Masino dove giocare con l’acqua e rinfrescarsi nei giorni caldi.

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il ruscello Masino

Il sentiero sensoriale dei bagni di Masino. Info tecniche

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Una parte del sentiero

Il sentiero è un percorso ad anello molto facile che non richiede nessun tipo di esperienza. Sono sufficienti degli scarponcini comodi per percorrerlo ed è quindi adatto a tutti. E’ percorribile anche con il passeggino da trekking. Ecco qui di seguito le caratteristiche del percorso.

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

  • Dislivello: 80 metri
  • Lunghezza: 1 km circa
  • Difficoltà: facile
  • Mezzi: a piedi o con passeggino da trekking. (sono in alcuni punti sarà necessario sollevare leggermente le ruote per via di alcune radici sporgenti ma per tutto il resto la pavimentazione è di sassolini, sterrato o erbosa.)

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

  • Punto di partenza: Loc. Bagni di Masino (raggiungibili in auto) nel parcheggio del bus di linea.
  • Comune: Bagni di Masino (SO)
  • Per scaricare il volantino del Sentiero Sensoriale dei Bagni d Masino clicca QUI

Cosa fare nelle vicinanze

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

  • Un barbecue nella natura. Lungo il percorso, una volta usciti dal bosco, vi troverete davanti a grandi prati. Un po’ ovunque, massi morbidi coperti di muschio vi inviteranno ad una sosta anche solo per contemplare la bellezza del luogo. A far da sfondo la bellezza severa del Pizzo Badile.
Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il Pizzo Badile

  • Dislocate qua e là nel prato, diverse panche e assi di legno con accanto barbecue (alcuni già dotati di griglia) dove imbandire una tavola e cucinare carne e verdure a volontà.
Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Barbecue

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Barbecue e tavolo accanto al grande masso

  • Giocare nel ruscello Masino nelle giornate di caldo afoso
  • Visitare la zona esterna dei Bagni di Masino. La vecchia struttura (ormai chiusa) dove una volta era possibile godere delle terme con acqua calda che qui sgorga naturalmente. Vi troverete catapultati in una atmosfera retrò anni venti.
Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Le terme dei Bagni di Masino

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Atmosfera retrò

  • Bere alla fonte di acqua calda naturalmente che si trova sul retro delle terme (seguite le chiare indicazioni del cartello per raggiungere la fonte in pochi minuti di cammino)
Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

La fonte di acqua calda

  • Camminare nella foresta dei bagni che, essendo attraversata da una lingua di asfalto, può essere percorsa anch’essa col passeggino. Se vi trovate nel periodo autunnale questo luogo è un must per un foliage stre-pi-to-so. Abbandonatevi ai toni di rosso, giallo, marrone. Godete del silenzio che regna in questo luogo, giocate con i vostri bambini a cercare i folletti del bosco. E lanciate foglie in aria, sentite il loro scrocchiare sotto ai piedi. Rilassatevi in questa natura che qui la fa da padrona e rigeneratevi. Per tutti i dettagli sul foliage nella Foresta dei Bagni di Masino, vi rimando a QUESTO MIO POST  precedente.

 

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Foliage nella foresta dei Bagni di Masino

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

La foresta è percorribile col passeggino

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Un bosco incantato dove andare a caccia di folletti

  • Se siete una famiglia outdoor e i vostri figli sono grandi e abituati a camminare tanto, vi segnaliamo che dai bagni di Masino parte il sentiero per il Rifugio Gianetti. Si tratta di un sentiero piuttosto impegnativo e per escursionisti esperti  in grado di affrontare dislivelli considerevoli che, passando nella Val Porcellizzo, vi porterà a quota 2.534 affrontando un dislivello di 1.362 metri. Una notte qui è qualcosa di magico e spettacolare.
Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il Rifugio Gianetti ai piedi del Pizzo Badile

  • Se dopo aver percorso il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino e dopo aver visto la Foreste dei bagni di Masino desiderate regalarvi un’altra perla, spostatevi in auto dalla Val Masino alla Val di Mello. Dovrete ridiscendere al paese di San Martino e poco prima di lasciare il paese, seguite l’indicazione per la Val di Mello. Ci vorranno circa 10 minuti. Noi ci siamo stati in settimana e in bassa stagione e non abbiamo incontrato restrizioni perché al parcheggio possono accedere 40 auto acquistando due pass del valore di 5 euro l’uno. Durante i fine settimana da maggio ad ottobre, si accede alla Val di Mello solo tramite servizio navetta oppure a piedi. La Val di Mello è uno spettacolo con i suoi massi di granito e le sue acque verde smeraldo. Vi basti sapere che è chiamata la Piccola Yosemite e che è meta prediletta di arrampicatori che qui arrivano per misurarsi con gli enormi blocchi di granito sparsi un po’ ovunque. Primo su tutti il famoso Sasso Remenno. Non dimenticate, se siete in Val di Mello, di mangiare i famosi e ottimi pizzoccheri (e non solo) del famoso Rifugio Luna Nascente.
Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

La meraviglia della Val di Mello

Il sentiero sensoriale dei Bagni di Masino

Il Rifugio Luna Nascente

Dove dormire in camper

All’interno della Foresta dei Bagni di Masino non ci sono campeggi che possano accogliere il turismo itinerante. Ci sono però due campeggi. Uno a San Martino che si chiama Camping Sassoremenno ed è il e l’altro all’entrata della Val di Mello che si chiama Camping lo Scoiattolo. In entrambi i casi, per raggiungere il Sentiero sensoriale dovrete spostarvi con i mezzi perché si trovano un pochino distanti e a piedi ci impieghereste troppo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *