Passaporto #InLombardia: ogni timbro una scoperta

Siamo camperisti. Gente che macina chilometri su chilometri ogni anno.

Gente che la strada la vive tutta sino in fondo: buca dopo buca,  asfalto con neve, ghiaccio o pioggia.

Siamo camperisti e i nostri viaggi non prevedono mai voli aerei. Limitante forse, ma ci siamo scelti questo modo di fare vacanza perchè ci fa sentire a nostro agio e ci regala la libertà di cui abbiamo bisogno.

Siamo camperisti e, (per tutte le ragioni di cui sopra) udite udite, le nostre figlie non hanno un passaporto.

A dire il vero nemmeno io che, dopo i Caraibi del viaggio di nozze non l’ho più rinnovato. Nella nostra famiglia solo il nostro papà la possiede che lo usa per lavoro, quando ne ha la necessità.

Da oggi però anche noi possiamo vantarci di avere il nostro passaporto. E’ pure più bello di quello istituzionale, secondo noi: di un bel verde brillante e con l’immagine della nostra amatissima regione: la Lombardia. Appena abbiamo scoperto della sua esistenza ci siamo detti che il Passaporto #InLombardia faceva davvero al caso nostro.

8b0e8460-250e-4df9-8c07-94320f17c22f

Abbiamo pensato che, l’avessimo avuto prima, lo avremmo già riempito di tanti timbri noi che – di giorno o in notturna – abbiamo percorso con i nostri scarponi ai piedi, metri e metri di dislivello nelle bellissime montagne della Lombardia. Noi che in bicicletta abbiamo macinato chilometri sulle sue ciclabili. Noi che un giorno in Valle Imagna, caschetto e torcia frontale, siamo entrati in una grotta con gli speleologi. Per non dimenticare della volta in cui siamo scesi in una miniera in Val Brembana. E poi il paese di Crespi d’Adda , Tremosine la strada più bella del mondo, le trincee di guerra e il bosco incantato. 

Passaporto #InLombardia

Le Cascate del Serio In Val Seriana

Passaporto #InLombardia

I colori autunnali dei boschi in Lombardia

Passaporto #InLombardia

La bellezza superba della collina di Montevecchia in Brianza

Solo una piccola parte dei nostri bei ricordi e delle cose belle vissute alla scoperta dei segreti dietro casa…

Nel nostro viaggiare itinerante il Passaporto #InLombardia, ci sembra proprio una idea utile e soprattutto a misura di famiglie. 32 pagine con tante idee per viaggiare alla scoperta dei segreti della nostra bellissima regione. Città d’arte, eventi speciali, ogni timbro una città, qualcosa di nuovo da scoprire, una chicca da mostrare come un trofeo ad amici e parenti! E alla fine, per chi è stato bravissimo ed ha completato tutta la serie, anche un premio speciale!

Passaporto #InLombardia: cosa fare per averlo

Ottenere il Passaporto #InLombardia è semplicissimo ed è gratuito.

Quando l’abbaimo fatto noi funzionava così: bastava visitare il sito di InLombardia e fare richiesta seguendo le indicazioni.

Abbiamo inserito un indirizzo di posta elettronica diverso per ogni persona richiedente il documento, scelto un punto IAT dove ritirare il Passaporto #InLombardia ed atteso una mail di conferma. Questa mail di conferma ci ha inserito in una sorta di lista d’attesa. Non appena il documento è stato pronto, abbiamo ricevuto un messaggio per posta elettronica che ci confermava la possibilità di ritiro.

Personalmente abbiamo avuto qualche difficoltà nei passaggi di richiesta. Forse perché in una fase iniziale del progetto non tutto il meccanismo era perfettamente rodato ma, dopo qualche mail (e, purtroppo, un viaggio a vuoto allo IAT di Bergamo), grazie alla gentilezza e disponibilità dello staff, abbiamo potuto ritirare il nostro passaporto.

Ad oggi, secondo aggiornamenti di qualche viaggiatore, pare che sia addirittura possibile effettuare la richiesta del passaporto direttamente negli uffici.

Per qualsiasi necessità, informazioni dubbi o difficoltà, potete comunque scrivere all’indirizzo passaporto@in-lombardia.it o fare riferimento alla pagina facebook InLombardia

Per scrupolo, prima di recarvi allo IAT per il ritiro del vostro Passaporto #InLombardia, fate eventualmente una telefonata per evitare disguidi o eventuali errori.

Passaporto #InLombardia: a cosa serve

 

b50635e8-b2fc-4083-8eeb-4779e2304499

Una volta ricevuto il vostro passaporto, sfogliatelo e decidete quali località visitare. Collezionate presso gli appositi punti i timbri nelle pagine ad esse dedicate  ed una volta completate tutte le pagine, potrete chiedere l’attestato di #InLombardia.

Passaporto #InLombardia: chi può averlo?

 

7845ef77-67b2-4599-8f8c-f9b171bc44e4

  • Tutti possono fare richiesta del Passaporto #InLombardia a patto che per ogni richiedente esista una diversa mail di riferimento. Da una revisione sul sito pare che ora il form sia compilabile solo dai maggiorenni (quando l’abbiamo fatto noi non era così). Poco male: si tratta di un documento turistico, nessuna validità ufficiale. Potreste pensare, nel caso voleste regalarlo ai vostri bambini, di chiederne uno e di usarlo poi per tutta la famiglia.
  • Come dicevamo, pur essendo ogni esemplare unico e numerato non si tratta di un passaporto istituzionale pertanto non servono certificati particolari per la sua emissione.
  • Non è necessario che andiate di persona a ritirare il vostro Passaporto. Potrà andare chiunque al vostro posto senza nessun documento o delega.

Passaporto #InLombardia: la voce della nostra regione sui social

 

Se vi piace l’idea di condividere i vostri momenti felici in Lombardia, sarete contenti di sapere che il Passaporto #InLombardia viaggia anche sui social Facebook, Twitter e Instgram,

Non dimenticate dunque di usare gli hashtag #ilPassaporto #inLombardia per fissare per sempre i vostri momenti più belli e poi…buona #InLombardia!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *