Le maschere di Pocacosa. Quando la montagna insegna a combattere i bulli

Le maschere di Pocacosa

Le maschere di Pocacosa. il binomio montagna e bullismo per raccontare ai ragazzi la forza del coraggio.

 

Le maschere di Pocacosa è il titolo di un libro di Claudio Morandini. Si tratta di un romanzo piacevole, scorrevole, adatto ai ragazzi ma anche agli adulti che tratta il tema del bullismo in stretta connessione con quello della montagna. Un binomio affascinante che, nella fluida narrazione prende forma poco a poco dando vita ad una storia avvincente ed appassionante.

Le Maschere di Pocacosa. La storia.

 

Il romanzo narra la storia di Remigio, un ragazzino di 12 anni che abita nel paese di Pocacosa. A scuola, bravo, intelligente e curioso, desta le invidie dei compagni che lo prendono di mira e gli promettono di punirlo durante il carnevale del paese. Il carnevale di Pocacosa, non è un qualsiasi carnevale. E’ un evento in occasione del quale tutti impazziscono in paese. Protetti dietro ai mascheroni, tutti si nascondono e spaventano, minacciano, distruggono ed infieriscono sui più deboli. Remigio, per paura di ritorsioni, scappa lontano da casa. Percorre il bosco da solo e raggiunge le cime dove ad attenderlo ci sarà il misterioso Bonifacio. Personaggio oscuro che un tempo fu il terrore durante gli antichi Carnevali di Pocacosa, accoglierà il ragazzo con affetto e gli darà gli strumenti per affrontare i suoi carnefici.

In tutto questo, la vera grande protagonista sarà la montagna. Come una grande madre, prenderà Remigio per mano e attraverso le parole del saggio Bonaficio, gli svelerà i suoi segreti infondendogli la forza del coraggio. Un piccolo romanzo di formazione dove i suoni della natura, i suoi odori, i versi degli animali e l’ambiente insegneranno al ragazzo a diventare invisibile. Sceso dalla montagna Remigio sarà un ragazzo nuovo. Cresciuto e forte di se stesso, saprà affrontare la situazione con coraggio guadagnandosi la propria libertà.

Un libro dedicato ai ragazzi e alla dolorosa esperienza del bullismo

 

Questo romanzo, scritto in modo fluente e piacevole, per il tema trattato, entra di diritto nei libri da consigliare ai ragazzi. Dietro la figura di Bonifacio c’è nascosta la saggezza ma anche la figura di chi, nel mondo dei grandi, si mette in ascolto delle paure e dei timori dei più giovani. Un monito per noi adulti, una figura di riferimento per i ragazzi. Leggendo questo romanzo si impara a credere nella speranza di  trovare nella vita sempre una figura come quella di Bonifacio in grado di infondere il coraggio per affrontare la vita con le sue difficoltà. Il messaggio che passa attraverso il libro è che la paura non è un’arma da usare contro gli altri, ma una sensazione che tutti dobbiamo provare e controllare. A fare da palcoscenico, protagonista indiscussa è la montagna con i suoi sassi, le sue creature minuscole che brulicano sotto i massi. La montagna è un microcosmo dove perdersi per poi ritrovarsi. Fantasia e fatica fisica che generano bellezza e crescita nelle menti dei ragazzi.

Il romanzo così come “Cento Passi per Volare” appartiene alla collana “I Caprioli”, è pubblicato da Salani sotto l’egida del Club Alpino Italiano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *