Il sentiero spirito del bosco da Canzo a Terz’Alpe

Sentiero Spirito del boscoSi chiama Sentiero Spirito del Bosco il percorso che si snoda dalla foresta di Canzo –  in zona Fonti di Gajum – a Terz’Alpe. Un sentiero facile, (per molti aspetti simile al Sentiero delle Espressioni) adatto alle famiglie con bambini, un’ottima idea per trascorrere una giornata a contatto con la natura e sopratutto per dare un volto ed una forma a quelli che nei sogni di tutti i bambini si chiamano folletti ed abitanti delle foreste.

IMG_8849

Gnomi, streghe, asini ubriachi, casette di tronchi e pentoloni di pozioni da mescolare sono infatti ciò che vi capiterà di incontrare durante il cammino se deciderete di percorrere questo magnifico sentiero. Se dunque i vostri bambini hanno occhietti vispi ed un passo da piccoli montanari, ecco, questo è proprio il posto che fa per voi!

Sentiero Spirito del BoscoAbbiamo deciso di organizzare questa gita in poco tempo, spulciando qua e là tra le proposte per bambini della nostra bella Lombardia. Avevamo un giorno di vacanza e volevamo trascorrerla nella natura senza però sottoporci ad un camminare stancante e fine a se stesso. Complice dunque una soleggiata giornata autunnale, abbiamo indossato gli scarponcini, messo negli zaini i panini, riempito le borracce di acqua e, dopo essere passati a prendere i nonni, siamo partiti per questa bella avventura che si è rivelata davvero entusiasmante sia per noi grandi che per le nostre bambine. Il sentiero spirito del bosco è infatti  facile, non presenta punti esposti o pericolosi e quindi può essere percorso da tutti in totale tranquillità.

La strada che porta all’inizio del sentiero è una comoda mulattiera di ciottoli. Salendo il sentiero che man mano si fa sempre più in salita, abbiamo attraversato un bosco di faggi e poi siamo entrati in una abetaia profumata di resina. Il tempo previsto per raggiungere il punto in cui inizia il Sentiero Spirito del Bosco è dato per mezz’ora. Noi ci abbiamo messo molto di più. Non tanto per la difficoltà quanto per le volte in cui ci siamo fermati a “giocare”. Irresistibile infatti il naturale tappeto di foglie fruscianti cadute a terra dove tuffarsi, correre e sdraiarsi. Infiniti i riflessi dei colori autunnali da assaporare a passo lento ed attento…Sentiero Spirito del Bosco

Sentiero Spirito del BoscoProcedendo lentamente godiamo della piacevole sensazione di camminare senza fare fatica e poi, finalmente, raggiungiamo Prim’Alpe. E’ questo il punto in cui parte il Sentiero Spirito del Bosco ma prima esploriamo un po’ questo luogo reso ancor più magico dall’atmosfera autunnale.

Sentiero Spirito del Bosco Sentiero Spirito del BoscoPrendiamo possesso del prato, giochiamo alla fontana in pietra, e godiamo della comodità dei tavoli da pic-nic per consumare i nostri panini. Notiamo che ci sono anche delle piotte dove cucinare la carne alla brace. Uno di quei posti da segnare per le scampagnate estive!

Sentiero Spirito del Bosco

Sentiero Spirito del Bosco

E dopo esserci rilassati ed aver riempito le nostre pance affamate,  arriva finalmente il momento di avventurarsi nella magia del bosco. Ci avviciniamo al labirinto di tronchi e poi ci lasciamo guidare dal profumo di resina.

Sentiero spirito del boscoDa questo momento in poi il nostro pomeriggio sarà scandito dalla ricerca dei misteriosi abitanti del bosco, dalla voglia di scoprire i loro volti e dal tentativo di imitarne le espressioni. Corse a perdifiato dove il sentiero si fa ampio, lunghe soste ad ammirare la bellezza degli intagli per coglierne i dettagli, arrampicate coraggiose sugli scalini creati sui rami dallo scalpello, gare di equilibrio lungo le passerelle distribuite nel bosco ed infinite possibilità di gioco dove protagonista indiscussa è la fantasia.

E così, passo dopo passo, ci si trova faccia a faccia con una enorme libellula con volto di donna sospesa in aria tra i rami dei pini

Sentiero Spirito del Boscopoi è la volta di gnomi dal volto buono e simpatico

Sentiero Spirito del BoscoDi casette di legno e di capanne costruite con le fronde

Sentiero Spirito del BoscoSentiero Spirito del Bosco

di pentoloni che attendono pozioni magiche delle streghe

Sentiero Spirito del Boscoe di dettagli nascosti con cura tra i segreti delle foglie e dei rami

Sentiero spirito del bosco

Sentiero spirito del boscoSentiero spirito del boscoSi gioca tutto il pomeriggio

Sentiero spirito del bosco

ci si trova al cospetto di streghe

Sentiero spirito del bosco

e, armati di coraggio si riesce pure a superare la prova della galleria con il soffitto di radici penzolanti…

Sentiero spirito del boscoLa ricerca continua così per lungo tempo. Gli scarponcini, passo dopo passo percorrono il bosco senza un lamento, senza un capriccio e senza batter ciglio…si arriva al termine del sentiero: Terz’Alpe.

Arrivati questo punto della giornata non possiamo che essere felici e grati. Ma la natura, che non delude mai, ha serbo per noi il dono più bello. Il calar della sera con il tramonto nel bosco sulla via del ritorno.

Ci abbandoniamo a questa bellezza ubriacandoci di toni di  rosso, di arancio, di giallo e di marrone che queste foglie ci regalano e attendiamo che il freddo, pur camminando, cominci a far affiorare sulla nostra pelle un po’ di brividi.

….ed è ora di tornare…

(non prima di aver goduto insieme a noi di questi straordinari colori)

Sentiero spirito del boscoSentiero spirito del boscoSentiero spirito del boscoQuesta giornata ci ha stregato e ci ha regalato un pomeriggio ricco da conservare dentro al cuore a lungo. Torniamo divertiti, un po’ stanchi ma anche rigenerati, un po’ più grati e sicuramente con dentro, per davvero, lo Spirito del Bosco…

Sentiero spirito del boscoSentiero Lo spirito del Bosco – Info pratiche

Il Sentiero Spirito del Bosco parte da Canzo in provincia di Como. Raggiungete il centro del paese e poi seguite le indicazioni per le fonti di Gajum. Lì troverete un piccolo parcheggio. Sicuramente la domenica o nei giorni di festa farete fatica a trovare posto. Cercate di arrivare presto. In alternativa dovrete parcheggiare più in basso. Una volta lasciata l’auto noterete un piccolo albergo. Lasciatelo sulla destra e proseguite. Poco più avanti troverete il cartello con le indicazioni per il sentiero.

Sentiero spirito del bosco

Dovrete percorrere la mulattiera di ciottoli prima di raggiungere il punto dal quale parte il Sentiero Spirito del Bosco. Vi sconsigliamo di portare il passeggino perché il percorso, dopo il primo tratto, entra nel bosco e diventa un vero sentiero di montagna IN SALITA. Fattibile con bambini (se abituati a camminare) ma non con un passeggino. Se avete bambini piccoli prendete in considerazione l’idea di metterli nello zaino portabebè: potrebbero stancarsi durante la salita e poi non godersi il sentiero Spirito del Bosco!

 

Sentiero spirito del bosco

Per raggiungere il punto dal quale parte il Sentiero Spirito del Bosco dovrete raggiungere la località Prim’Alpe. Qui, prima di addentrarvi nel bosco, vi suggeriamo di entrare nel Centro di educazione ambientale Legambiente dove troverete anche un museo. Purtroppo noi non l’abbiamo visitato perché era periodo di chiusura.Sotto al centro visitatori troverete un grande prato leggermente in discesa dove, come dicevamo, ci sono due grandi BBQ dove poter cucinare. La grande fontana vi permetterà di fare scorta d’acqua. Una volta dentro al sentiero non ne troverete più, quindi approfittatene!

Il sentiero Spirito del Bosco – Il percorso

Il sentiero è strutturato ad anello. Si parte dalle Fonti di Gajum, si arriva a Prim’Alpe, si prende il Sentiero Spirito del Bosco e si raggiunge Terz’Alpe. Da qui si scende prendendo il Sentiero Geologico che vi riporterà alle Fonti di Gajum. Il percorso è ben segnalato e in alcuni punti troverete delle divertenti deviazioni.

Sentiero spirito del boscoPrendetevi del tempo ed esplorate sia il “per di su” che il “per di giù“. Queste deviazioni sono comunque ad anello e portano tutte sempre allo stesso punto ma vale davvero la pena di esplorare tutto il bosco perché ogni angolo nasconde delle piacevoli sorprese.

Sentiero spirito del boscoRaggiunta Terz’Alpe avrete terminato il percorso. Da qui prendete il sentiero che indica per Gajum e ritornerete al punto di partenza senza però passare di nuovo attraverso il Sentiero Spirito del Bosco.

La durata del percorso è data per un’ora, il dislivello è di 400 mt  (non poco se avete appresso bambini piccoli) ma il tempo di percorrenza è indicativo. Dipende da quanto i vostri bambini desidereranno fermarsi ad ogni installazione e da quanto sono abituati a camminare. 

L’itinerario del ritorno, pur non avendo più installazioni di legno  è ugualmente molto interessante per i bambini per via dei pannelli esplicativi che si incontrano durante il percorso. Essi spiegano la conformazione delle rocce che si incontrano nel cammino. Di notevole bellezza le diverse marmitte dei giganti lungo il ruscello: i vostri bambini resteranno ammaliati da queste piscine naturali dall’acqua cristallina.Sentiero spirito del bosco

E poi ultimo ma non per importanza, non perdetevi  l’affascinante fenomeno delle sorgenti pietrificanti! Lungo tutto questo percorso scorre infatti un ruscello dall’acqua non completamente limpida. Osservate insieme ai vostri bambini il suo particolare aspetto torbido. Raccontate loro che queste acque contengono un’alta concentrazione di carbonato di calcio. Questo tipo di ruscelli scorrendo tende a depositare parte del calcare su tutto ciò che viene a contatto con loro. Ecco quindi che sassolini, foglie, muschi e pezzetti di legno stando in ammollo in queste acque si “marmorizzano” ed assumono un aspetto quasi “congelato“. Questo fenomeno, detto travertinizzazione incanterà i vostri figli e, sono certa, incuriosirà anche voi. Non potrete fare a meno di cercare legnetti e foglie per osservare come l’acqua al suo passaggio li ha modificati nel tempo.

Sentiero spirito del bosco

e per finire….

Il bosco di faggi è un vero incanto in autunno. Se potete, non lasciatevi scappare l’occasione di viverlo durante il fenomeno del fallfoliage…lo Spirito del Bosco in quel caso entrerà davvero dentro di voi!

Sentiero spirito del bosco Sentiero spirito del bosco

 

6 commenti:

  1. Il sentiero è sufficentenente facile per una donna incinta di di 7 mesi?

    • Ciao Giusy. Se fossi incinta io eviterei questo sentiero. In alcuni tratti è ripido e per un pancione io proprio non ce lo vedo anche perché il giro ad anello e un po’ lungo e la futura mamma potrebbe stancarsi troppo. Personalmente rimanderei la gita dopo il parto! Un caro abbraccio, Daniela

    • Ciao Giusi, io lo ho fatto a 6 mesi inoltrati di gravidanza e non ho avuto problemi, anzi me lo sono proprio goduto! dipende ovviamente da quanto sei allenata e soprattutto – come ogni cosa- serena.

      • E’ bene proprio (a mio avviso) andarci cauti quando si tratta di condizioni particolari come la gravidanza. Secondo me bisogna proprio partire dal concetto di allenamento e di attitudine alla montagna. Quello che una mamma col pancione può dire di essersi goduto per un’altra potrebbe essere un problema.

  2. Che meraviglia!! È 1 incanto!! Non lo conoscevo e davvero quanti posti meravigliosi ci sono a pochi passi da casa! Credo che sia spettacolare 365 giorni l’anno… Ma cosí è unicoooo!!!
    Bellissimi voi!! Bravi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *