100 piccoli viaggi, ovvero, quando il viaggio si fa bambino

Dove le troverò mai io 100 mete per stilare la famosa lista che Valentina nel suo blog ci ha lanciato come sfida?? 
Non è un gioco facile, mi sono detta…
Poi ho cominciato a pensare all’accezione che questa proposta potesse avere e mi sono resa conto che non è tanto il viaggio in sè, quanto l’essenza del viaggiare di cui si dovrebbe parlare.

E’ decidere che, con tre figli, basta uno zaino con qualche panino ed una borraccia di acqua fresca per iniziare un cammino. 
Il resto lo farà la strada, se le daremo fiducia, e se, soprattutto, ci faremo stupire.

Ed è solo osservando i bambini ed imparando da loro che si impara a stupirsi.

Ve lo dice una che per i bambini ha mollato tutto. 
Un lavoro sicuro, otto ore, ufficio, comoda e dietro casa.
Poi un giorno mi sono alzata e mi sono resa conto che nel mondo dei grandi proprio non ci stavo. Mi era stretto con tutte le sue regole complicate e troppo difficile per una che, come me, era alta 1 metro e 50 e si sentiva molto più vicina ad un bambino che ad un adulto.

Solo dopo tanti anni, ripensandoci bene, ho capito che era più una questione di cuore che di altezza….

Ho mollato tutto e dopo poco mi sono ritrovata accolta da un gruppo di bambini seduti in cerchio a gambe incrociate tutti in silenzio pronti ad ascoltare che leggessi loro una favola in inglese.
Da allora non li ho più lasciati. 
Loro che mi hanno salvato. 
E mi hanno insegnato tutti i giorni a fare Oooooooh con la bocca.




















E’ a loro che va tutta la mia gratitudine ed è a loro che dedico questi 100 piccoli viaggi.

Note tecniche per la lettura dei 100 piccoli viaggi.


Alcune mete sono i desideri della famiglia Due Per Tre fa Cinque
In modo particolare la prima alla quale stiamo pensando da tanto tempo e che prima o poi vorremmo raggiungere col il nostro camper.

Altre sono il frutto dei nostri viaggi effettuati nel corso degli anni e di cui solo in parte ho raccontato nel blog.

Poi ci sono le mete che mi hanno suggerito i bambini. Le mie ragazze in primis e poi tutti gli altri “figli” che non sono miei ma che occupano le mie giornate di insegnante.

Ho inserito le mete in ordine sparso  e casuale (ad eccezione della numero uno che per noi è IL DESIDERIO) perché mi piaceva l’idea che, da qualsiasi fonte arrivassero, esse facessero parte di un tutto. 

E poi last but not least….

Ci sono 10 mete aggiuntive pensate dal nostro uomo di casa
Mete che per certi aspetti io snobbo perché io sono decisamente fatta di un’altra pasta.
Però concediamo anche a lui di sognare. 
Lui, unico uomo di casa in mezzo a quattro donne, lui che ci porta ovunque gli venga chiesto, lui che noi amiamo alla follia…
Se lo merita, no che ne dite????

E dunque, pronti a fare Oooooooh???
  1. Capo nord
  2. Una crociera sui fiordi (il nostro viaggio di nozze mancato)
  3. Un tuffo nel mare cristallino di Aruba
  4. La piazza Rossa, la cattedrale di San Basilio ed il Cremlino
  5. Il Queyras in inverno
  6. Auschwitz
  7. Godere della vista di  Castel Meur in Francia
  8. Guardare dal basso col naso all’insù le tre ci me di Lavaredo e le Torri del Vajolet
  9. Una corsa sui bastioni della grande muraglia di Fenestrelle
  10. Dormire parcheggiati sotto al Mont Ventoux
  11. Vedere a Tripoli la casa dove nacque mio padre e ripetere il viaggio in nave che fece a 11 anni insieme agli altri italiani espulsi dalla Libia.
  12. Civita di Bagnoregio
  13. Dormire in sosta libera sulla spiaggia di Piemancon in riva al mare
  14. Giocare a strega comanda color sul sentiero delle ocre a Roussillon
  15. La Transiberiana
  16. Un trekking fino alla lingua di un ghiacciaio
  17. Le cascate del Plitvice
  18. Camminare di notte su un sentiero in montagna
  19. Mangiare a piedi nudi sull’erba
  20. Percorrere in auto la Strada più bella del mondo
  21. Casa Batllò
  22. Salire sul Cupolone di San Pietro
  23. Un biglietto per “Lo schiaccianoci” al Bol’šoj
  24. Fare Sled dog
  25. Tornare ogni dieci anni nel “nostro posto” in Normandia io e te. 
  26. Il trenino del Bernina
  27. I tulipani in Olanda
  28. Autunno tra i vitigni 
  29. La Moschea Blu in Turchia
  30. I Parchi americani
  31. Una ciaspolata a -10 e poi una cioccolata calda in rifugio
  32. Un giro sul  bus a due piani a Londra
  33. L’Islanda
  34. Un Natale a Rovaniemi
  35. Correre all’alpe di Siusi a piedi nudi in estate
  36. Salire tutto d’un fiato lo Scalone dei Morti della Sacra di San Michele
  37. Vedere i pinguini al Polo Sud
  38. Dormire  in una fattoria
  39. Arrampicarsi sugli alberi e sbirciare nella tana degli scoiattoli
  40. Saltare con i canguri in Australia
  41. Mangiare  ostriche seduti a cavalcioni sul muretto del lungo mare di Cancale e buttare, come è consuetudine, i gusci in mare
  42. Camminare nel bosco e fare geocaching
  43. Dormire in un tepee
  44. Calpestare la linea dell’equatore a São Tomé
  45. Dormire nella stanza di Ludwig a Neuschweinstein
  46. Suonare a Salisburgo il clavicembalo di Mozart
  47. Mangiare cous cous con le mani seduti per terra
  48. Fare un safari in Africa e misurare quanto è lungo il collo delle giraffe
  49. Vedere l’alba in montagna
  50. Fare un pigiama party sulla casa sull’albero
  51. Disneyland
  52. La Dune du Pyla
  53. La Camargue
  54. Assistere alla festa dei gitani a Saintes Maries de la Mer
  55. Cercare i campi di lavanda di notte guidati dal profumo
  56. Lavorare sapone a Marsiglia
  57. Andare a caccia di quadri di Van Gogh ad Arles
  58. Comprare spezie in un qualsiasi mercato arabo
  59. La transumanza
  60. Portare un sasso sulla tomba di mia nonna al cimitero ebraico di Netanya
  61. Un vulcano
  62. Bere latte appena munto e farne formaggio
  63. Ciaspolare
  64. Una mostra di Chagall
  65. Entrare nella pancia del Ghiacciaio Stubai
  66. La Madunina del Duomo di Milano
  67. New York
  68. Il castello di Dracula
  69. Gerusalemme
  70. Conoscere Otzie
  71. Stare seduti a cavalcioni sulla la sella del Sass Pordoi
  72. Un biglietto per il circo di Mosca
  73. Contare i gabbiani seduti ai piedi di un faro in Bretagna
  74. Annusare qualità diverse di curry indiano e comprare la più profumata
  75. Una giornata al circo da protagonisti
  76. All’alba comprare pesce fresco dai pescherecci che tornano dopo il lavoro
  77. Pigiare l’uva con i piedi
  78. Aspettare ore e ore che salga la marea a Mont Saint Michel
  79. Le piramidi
  80. Visitare Avignone in pattini
  81. Novodevichy Monastyr
  82. Una notte guardando le stelle al Passo Sella e poi addormentarsi con l’oblo del camper aperto
  83. Le grotte di Castellana
  84. Camminare in un bosco incantato
  85. Il Gran Canyon
  86. Stonehenge
  87. Una sera d’estate a Carcassonne
  88. Giocare a lanciare sassolini nel lago di bauxite ad Otranto
  89. Attraversare il ponte di Øresund, che collega Danimarca e Svezia
  90. Dormire a Sulthanamet, tra la Moschea Blu e il mar di Marmara
  91. Una giornata in un rifugio d’alta montagna
  92. Passeggiare tra le vie di Lisbona e ammirare le azulejos che decorano i palazzi
  93. Trovarsi a tu per tu con le trincee della Grande Guerra in alta montagna
  94. Cavalcare a pelo con i cavalieri mongoli a Ulan Bator
  95. Una corsa sulle spiagge dello sbarco in Normandia
  96. Bere sake ammirando il Monte Fuji
  97. L’hanami al castello di Hirosaki
  98. Cape Canaveral
  99. Cavalcare un toro meccanico in qualsiasi bar in Texas
  100. Halloween in America
Fuori concorso (grazie papà per esserti messo in gioco…)
  1. Il campidoglio, prima a Roma e poi a Washington
  2. l’Avana
  3. Sorvolare le linee di Nazca
  4. Pagaiare sul Rio delle Amazzoni
  5. Giocare a pallone con i bambini della Favela Rochinha
  6. Attraversare l’Australia alla guida di un road train
  7. Guardare Longarone dalla diga del Vajont
  8. Attraversare lo stretto di Bering ed il Mar Glaciale Artico su una  rompighiaccio nucleare russa
  9. Il Canale di Panama su una nave portacontainer 
  10. Cercare pagliuzze d’oro nel fiume yukon

 

 
 

16 commenti:

  1. Nazca fa parte dei desideri di mio marito…lasciamolo sognare…magari vince al gratta e vinci e ci porta tutte. Invitiamo anche te, eh Clara!!!

  2. O Ale, ho letto la tua e mi venivano i brividi tante cose in comune ho trovato!!!! …ma la rete non era una cosa pericolosa??? No perchè a me sta dando un sacco di cose belle!!!!!!!! Baci!

  3. uuuuh a nazca andrei anche io. quanto mi piacerebbe . ma non l'ho nemmeno messi nella lista, non avrò mai abbastanza soldi, nemmeno da vecchia!!!!!!!

  4. Tu sei super giovane ehhhh!!! La lista è bellissima e sai che mi ci ritrovo in tantissimi punti!!! Tutti questi sogni condivisi portano una grandissima energia!! Dai che ci vediamo presto!!!

  5. Avete ragione EnzoeChiara (oramai per me siete una cosa sola!!!): aspettiamo la vecchiaia ed i reumatismi per godere del caldo, adesso che siamo ggggggggiovani (vabbeh, io già 41, ma mi sento ggggggiovane) pensiamo alle grandi imprese!!!!!! Un abbraccio!

  6. Bellissimi viaggi! Tra i tanti noi siamo stati a vedere la Moschea blu, davvero bellissima. E poi si, siamo sempre incerti se scegliere il freddo polare o le spiagge paradisiache… Mmmh, al momento forse il freddo, è più impegnativo che stare spaparanzati al sole, c'è tempo per quello 😉 !

  7. Santo Cielo che meraviglia! Ecco noi una cosa così "coraggiosa" non l'abbiamo mai fatta!!! Chissà che bella esperienza: l'interrail in Norvegia è una cosa che mi devo segnare assolutamente!!!!! Un abbraccio Miriam e grazie per essere passata di qui!

  8. O Stefy….come mi puoi capire tu!!! Lo sapevo!!! Un abbraccio!

  9. Bellissima lista… che dire..l'essenza del viaggio e non la meta in sè: il vero spirito dei camperisti doc ˆ_ˆ

  10. Che belle scelte Daniela! Ma sai che noi in viaggio di nozze siamo stati a zonzo per tutta la Finlandia?? Dal nord estremo al Sud..me lo ricordero per sempre! E poi, quando il nostro bimbo piu grande aveva 11 mesi, ci siamo fatti un fantastico interrail in Norvegia spostandoci con treni, bus e navi. Tanti e tanti i fiordi visti…e si, valgono la top 3! Un abbraccio, Miriam

  11. Forza Fabiana, aggregati alla "catena" sono curiosissima di conoscere le tue mete! Con tutto il girare che hai fatto tu ci saranno sicuramente un sacco di spunti! Per quel che concerne lo stare bene…se penso a quel periodo penso in primis che non è stato facile. Che "non stavo bene" ma forse per essere in ricerca alle volta bisogna pure stare un po' male,eh! Non è sicuramente facile reinventarsi ma allo stesso tempo è una sfida che va giocata fino in fondo accettandone anche i rischi. Io posso dire di essere arrivata sin qui anche grazie a lui, a quello delle ultime dieci mete fuori concorso…w i mariti!!!! Un abbraccio, sarà bellissimo staccarsi pian piano…non vedo l'ora di leggere cosa accadrà!

  12. Cavoli Dany, mi devo aggregare assolutamente a questa bella catena! Appena trovo tempo in settimana la scrivo pure io la nostra lista! ma sai cosa? Condivido a pieno la prima parte, condivido che e' l'essenza del viaggio in se ad essere importante e non solo la meta. Noi abbiamo vissuto avventure incredibili delle quali abbiamo bellissimi ricordi a pochi chilometri da casa in sella a 5 bici (4 per l'esattezza e un seggiolino!).
    Le tue riflessioni mi hanno fatto pensare su cosa voglio davvero e cosa mi fa star bene, in questa fase della mia vita nella quale devo rimettermi in gioco e piano piano staccarmi dal ruolo di solo e soltanto mamma full time!
    Buon weekend e a presto

  13. Grazie a te Valentina, che sei davvero una delle "cose" belle che mi ha regalato la rete. E pensare che se avessero detto ad una tradizionalista dei sentimenti come che "avrei avuto degli amici in internet non ci avrei mai creduto!!!! Sì, hai ragione, dobbiamo proprio vederci. E per vederci ci vuole un viaggio, giusto??? Magari non un blog tour ma un viaggio tranquillo dai tempi distesi dove ci si può sedere davanti ad una cioccolata calda e chiacchierare! Fammi sistemare il camper (che ha avuto bisogno di qualche "restauro" dopo l'ultimo viaggio….) perchè sai che senza di lui non ci muoviamo, eh!!! E poi ci organizziamo! Ci conto!!!

  14. Oooooooohhhhhhh!!!! Questa si che è una lista che fa sognare. Alcune mete sono anche nella mia, ad altre invece non avevo mai pensato ed è meraviglioso farsi ispirare da altre mamme viaggiatrici che sono mosse dallo stesso fuoco e dalla stessa passione. Grazie di cuore Dany. Ma quando ci incontriamo???

  15. Povero Fabio, mi hai fatto morire dal ridere!!!! Sì, ti racconterò questa storia da romanzo. Tu magari mi spieghi qualcosa di più sulla Guerra Mondiale e vedrai che con la storia di mia nonna da qualche parte questi due topic si incontreranno…!

  16. Dany meravigliosa!!!!!! Che bello che hai dato voce anche al papà! Il mio lo lascio muto e silente, se no mi porta a fare il giro di tutti gli stadi e musei della seconda guerra mondiale dell'Universo. Bello vedere tanti spunti! Poi però davanti alla prossima pizza mi racconti bene la storia di tua nonna eh!
    Un abbraccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *